Keystone
SERIE A
28.05.2017 - 07:570
Aggiornamento : 15:40

A Roma è un giorno "triste": Totti in campo per l'ultima volta con i giallorossi

Questa sera alle 18 il 40enne disputerà la sua ultima partita con la formazione capitolina e Spalletti ha già anticipato che giocherà «un bel pezzo di partita»

ROMA (Italia) - «Totti giocherà un bel pezzo di partita, quello più importante». Ci sarebbe da parlare della partita col Genoa che vale il secondo posto ma il Totti-day domina su tutto anche se Spalletti non prende sotto gamba la gara con i liguri.

Il tecnico giallorosso chiede l'ultimo sforzo: «Che festa sarebbe senza i tre punti? La prima cosa è ricordare di fare la partita nel modo corretto, bisogna esibire la nostra forza, la mentalità, la benzina che ci ha portato a giocarci questa partita. Non vogliamo sbagliare nulla ed essere tutti concentrati per questa vittoria. I tre punti sono fondamentali, altrimenti la festa ce la fanno gli altri. Il Napoli probabilmente a Genova vince, sta bene, gioca bene, fa tanti gol. Non mollerà fino alla fine, come abbiamo fatto noi quando c'è stato da ribaltare una sconfitta importante. Abbiamo tirato fuori gli artigli e rimesso in carreggiata la nostra macchina, la nostra squadra. Una squadra fortissima. Una squadra che qualche volta ha perso, ma che non ha mai tradito».

Quindi l'argomento caldo, Francesco Totti: «Sono fortunatissimo, nel senso che l'ho visto segnare tante volte, mi è successo di essere stato presente tante volte quando ha fatto gol. Ce ne sono molti che potrebbero essere messi in fila come i più belli. Ora c'è un po' da vedere il suo sentimento, cosa gli dice di fare, vorrei sentirlo contento della decisione da prendere per il suo futuro. Voglio ricordare il suo carattere. Quando sei in una situazione dove tutti ti fanno sentire scomodo e tu prendi e fai vedere la cosa contraria, che qui comando io. Datemi la palla sui piedi e vi faccio vedere io, è un modo di togliere responsabilità agli altri calciatori, di dare la forza che il campione ha. Una cosa che mi ha dato fastidio? Nessuna, ci sono stati momenti in cui non ho condiviso sue prese di posizione. Qui siamo un po' colpevoli tutti, perché l'abbiamo un po' creato questo grandissimo calciatore che può ricoprire qualsiasi situazione che lo riguardi, perché è Totti. Non ci dobbiamo accontentare se ha vinto Totti. Totti di titoli ne ha portati a casa tanti, la Roma deve vincere. Bisogna che Totti sappia far usare tutti i suoi successi anche alla Roma, si è visto che lui da solo non basta».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 23:24:10 | 91.208.130.85