Keystone
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
Zurigo, altri casi di Covid-19
Quello di Mirlind Kryeziu non è l'unico caso. Tutti i giocatori e lo staff si trovano già in quarantena
SERIE A
5 ore
Ibra si allontana dal Milan: «Rangnick? Non so chi sia...»
Il gigante svedese ha parlato della sua situazione attuale: «Ibra gioca per vincere qualcosa oppure sta a casa...»
TENNIS
14 ore
King Roger: «Vedremo per quanto tempo potrò ancora stare in campo»
Il campione rossocrociato ha parlato delle sue condizioni fisiche: «Adesso il mio ginocchio sta bene»
FEMMINILE
16 ore
Lugano Ladies: torna Evelina Raselli
Il roster della formazione femminile bianconera sta iniziando a prendere forma
CHALLENGE LEAGUE
16 ore
Covid-19: positivo anche un calciatore del Grasshoppers
La sfida fra le cavallette e il Wil di questa sera è stata rinviata
SUPER LEAGUE
17 ore
Tegola YB: stagione finita per Hoarau
L'attaccante dei gialloneri ha rimediato uno strappo muscolare. Il suo campionato si è concluso in anticipo
SUPER LEAGUE
18 ore
Niente match: tutti i giocatori dello Zurigo in quarantena
Coronavirus: i tigurini dovranno restare in isolamento per dieci giorni
SUPER LEAGUE
18 ore
Il Sion non si scompone: «Siamo pronti a qualsiasi scenario»
I vallesani si sono allenati e sono pronti ad affrontare lo Zurigo domani sera come da programma
MOTO GP
20 ore
Annullato il GP di Austin
Adesso è ufficiale: niente gara negli Stati Uniti nel 2020 a causa della situazione sanitaria
SUPER LEAGUE
20 ore
La Super League trema: «Sapevamo che c'era un rischio...»
La positività al Covid-19 del giocatore dello Zurigo potrebbe aprire diversi scenari. Adesso si attendono i risultati
SWISS LEAGUE
22 ore
Ticino Rockets, un nuovo inizio... imparando dal passato
La formazione ticinese è carica e motivata in vista della prossima stagione del campionato cadetto
SUPER LEAGUE
23 ore
Zurigo: il difensore Kryeziu positivo al coronavirus
Si tratta del primo caso dalla ripresa del campionato svizzero. Martedì il 27enne è sceso in campo contro lo Xamax
EUROPA LEAGUE
23 ore
Il Basilea ha più di un piede nei quarti: poi Wolfsburg o Shakhtar
I renani si erano imposti 3-0 in trasferta contro l'Eintracht nella sfida d'andata valida per gli ottavi di finale
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Esame PSG per la rivelazione Atalanta
Chi solleverà la coppa dalle grandi orecchie nel mese di agosto? Spicca anche Lipsia-Atletico Madrid
CHALLENGE LEAGUE
23.05.2017 - 22:370
Aggiornamento : 24.05.2017 - 09:55

Bottani sulle montagne russe: «Stagione strana. Io a Lugano? Chissà...»

Il ticinese ha vissuto un'annata tutt'altro che facile a Wil, ma ha gioito per l'incredibile cammino del suo Lugano: «Si sono resi protagonisti di una magica cavalcata»

WIL - Era il 2 agosto dell'anno scorso quando Mattia Bottani si legava per quattro stagioni al Wil lasciando la sua Lugano per sposare il progetto faraonico del sodalizio sangallese. Le ambizioni della società si sono però azzerate quando gli investitori turchi – ad inizio febbraio – se ne sono andati lasciando il club in un mare di difficoltà. Alla fine però, nonostante i punti di penalizzazione, gli stipendi versati in ritardo e una situazione societaria difficilissima, la squadra ha potuto portare a termine la stagione.  

E, malgrado l'ultimo posto attuale in classifica, il Wil resterà in Challenge League anche l'anno prossimo vista la scelta del Le Mont di scendere di categoria. 

Come ha vissuto questa stagione difficile il ticinese Mattia Bottani?

Mattia, quest'anno ne hai viste un po' di tutti i colori...
«È stata una stagione strana e sicuramente difficile. La società era partita con l'intento di battagliare per la promozione, ma alla fine ci siamo ritrovati a lottare nei piani bassi della classifica. Ad agosto non erano di certo questi gli obiettivi, ma non mi resta che tirar fuori il positivo da questa esperienza».

Come avete vissuto le difficoltà economiche riscontrate dal club con il conseguente ritardo nel versamento degli stipendi?
«Quando abbiam saputo della fuga degli investitori turchi la squadra ne ha risentito parecchio. Tanti giocatori di qualità sono andati via. Poi quando tutto sembrava finito qualcuno improvvisamente ha messo una pezza e noi giocatori ci siamo ritrovati a dover lottare per altri obiettivi. Non è stato facile».

L'anno prossimo cosa farà Mattia Bottani?
«Non saprei, ma dovrei andare via. Visto il mio contratto, prima eventualmente di firmare con un'altra squadra, dovrò trovarmi con la dirigenza del Wil». 

Il tuo Lugano ha fatto sfracelli...
«Ho tifato quest'anno, sono felicissimo di quanto siano riusciti a fare. I miei ex compagni si sono resi protagonisti di una magica cavalcata, sono contento anche per il presidente che mi ha sempre aiutato». 

Dall'obiettivo salvezza all'Europa League: un passo incredibile...
«Il terzo posto non l'avrei chiaramente mai pensato. Sapendo però dell'ambiente che regna nello spogliatoio ero convintissimo che questa squadra poteva salvarsi tranquillamente. Poi è chiaro che con Alioski, Sadiku e Mariani davanti tutto diventa più semplice...». 

In questo periodo hai sentito Renzetti?
«No, anche perché non posso parlare con nessuno visto che sono sotto contratto con un'altra società».

E Tramezzani lo conosci?
«L'ho conosciuto allo stadio in inverno quando sono andato a Lugano ad assistere a qualche allenamento. È un'ottima persona». 

L'anno prossimo sarà la stagione del riscatto per Bottani?
«Purtroppo a livello sportivo è come se avessi perso un anno. A livello umano però ne esco arricchito e spero che nel prossimo campionato riuscirò a compiere un ulteriore passo e ad affermarmi in Super League. Sono vicino, mi mancano le statistiche...»

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bär 3 anni fa su tio
A WILL, è la serie giusta per lui
Piergiorgio Mazzolini 3 anni fa su fb
Ti sei fatto imgolosire dei soldi. Ma se dalla A devo giocare in B non è stata una gran bella scelta. Oggi a Lugano non abbiamo bisogno di lui troppo debole di fisico e di giocatori no 10 ne abbiamo di migliori. Se non sbagliava il rigore in finale di Coppa avremmo di sicuro vinto la coppa . Il Lugano non ha bisogno di lui al momento ne abbiamo di migliori.
Kastriot Shaqiri 3 anni fa su fb
Tutti bravi a parlare
Mario Rossi 3 anni fa su fb
Mattia, tra tre anni ca.! Cresci ancora di più, specialmente dopo questa stagione!!! Auguroni per il tuo futuro!!!
cambiamainagota 3 anni fa su tio
giocatore estremamente sopravvalutato. fortissimo tecnicamente ma non ha il fisico -(spesso infortunato) e la testa (basta vedere la scelta fatta quest' anno in cui ha preferito un contratto migliore in una lega inferiore piuttosto privilegiare la carriera. Lo capirei a 35 anni ma non a 25.....). Capisco che sia intrigante l' opportunità di riprenderlo a parametro 0 dopo averlo venduto a 700k ma se si vuole cercare di migliorare la rosa e dare "un' impronta" maggiormente ticinese alla squadra, i giocatori da comperare o riportare a "casa" sono altri 2......Tosetti, che è migliorato tantissimo e Simone Rapp, che a Lugano andrebbe tranquillamente in doppia cifra.....
Diablo 3 anni fa su tio
@cambiamainagota sopravvalutato ? Guarda che chi l'ha montanto definendolo giocatore da Nazionale e da 15 goal sono stati il duo Zeman Renzetti ! Forse dimentichi che Bottani non é una prima punta, ma quello che fa il lavoro di saltare l'uomo e fare il passaggio finale a chi la butta dentro...la prova sono gli anni della B ...l'anno della promozione 13 assist, un goal.....qualcuno l'ha voluto reinventare e la gente si é inventata che Mattia doveva essere il bomber.....quindi si al ritorno di BOttani ma nella sua posizione originale senza inventarsi ulteriori minchiate
Diablo 3 anni fa su tio
@cambiamainagota PS Tosetti non tornerá MAI dopo come é stato trattato dal ns Presidente...
Zico 3 anni fa su tio
@Diablo anche perchè giocatore simbolo e TICINESE.
cambiamainagota 3 anni fa su tio
@Diablo io non ho parlato di reti, di cosa hanno detto di lui. Ho semplicemente detto che è spesso rotto (anche quest' anno), che ha fatto una scelta di vita privilegiando i soldi alla carriera (tutte cose che sono li da vedere)..... il campionato che ha fatto a Wil quest' anno, anche prima dei problemi societàri, è stato decisamente deficitario e ora lo si vuole riportare in Superleague, pensando che sarà l' uomo che farà la differenza? per piacere..... su Tosetti, vero che si è lasciato male con il presidente e non andava d' accordo con Zeman ma nel calcio cambia tutto molto velocemente (vedi anche il ritorno di Sadiku dopo come se n' era andato...) e comunque la mia era una valutazione tecnica. Rapp e Tosetti di farebbero fare la differenza, Bottanino no!
Camarro 69 3 anni fa su tio
@Diablo Concordo in pieno su tutto!
Diablo 3 anni fa su tio
@cambiamainagota Guarda sulla scelta di vita posso dirti che il cartellino era del Lugano, e non é che il giocatore sia andato via perche l'ha voluto lui, ma perche qualcuno ha offerto 700,000 franchi al club.....quindi piu che scelta di vita direi che il club l'ha venduto e ci ha guadagnato...sul fatto di Sadiku.....come se ne é andato ? Se ne é andato bene dal Lugano , é semplicemente stato venduto da un club di serie B ad uno di A per soldi....e non mi ricordo che ne se ne sia andato male o per altri motivi.....Tosetti la differenza la faceva ma ribadisco é stato preso a calci nel sedere senza motivo.....

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 13:38:29 | 91.208.130.85