BOS Bruins
1
BUF Sabres
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
FLO Panthers
0
ANA Ducks
2
2. tempo
(0-1 : 0-1)
NY Islanders
1
PIT Penguins
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
CAR Hurricanes
2
PHI Flyers
3
2. tempo
(2-2 : 0-1)
COB Jackets
2
DET Wings
1
2. tempo
(1-1 : 1-0)
STL Blues
0
CAL Flames
0
1. tempo
(0-0)
NAS Predators
0
VAN Canucks
0
1. tempo
(0-0)
MIN Wild
0
COL Avalanche
0
1. tempo
(0-0)
CHI Blackhawks
TB Lightning
02:30
 
DAL Stars
WIN Jets
02:30
 
ARI Coyotes
TOR Leafs
03:00
 
BOS Bruins
NHL
1 - 1
2. tempo
1-1
0-0
BUF Sabres
1-1
0-0
 
 
6'
0-1 RISTOLAINEN
1-1 MARCHAND
14'
 
 
RISTOLAINEN 0-1 6'
14' 1-1 MARCHAND
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
FLO Panthers
NHL
0 - 2
2. tempo
0-1
0-1
ANA Ducks
0-1
0-1
 
 
18'
0-1 JONES
 
 
28'
0-2
JONES 0-1 18'
0-2 28'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
NY Islanders
NHL
1 - 2
2. tempo
1-1
0-1
PIT Penguins
1-1
0-1
 
 
2'
0-1 MALKIN
1-1 MAYFIELD
16'
 
 
 
 
22'
1-2 RUST
MALKIN 0-1 2'
16' 1-1 MAYFIELD
RUST 1-2 22'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
CAR Hurricanes
NHL
2 - 3
2. tempo
2-2
0-1
PHI Flyers
2-2
0-1
1-0 AHO
4'
 
 
2-0 TERAVAINEN
5'
 
 
 
 
7'
2-1 GIROUX
 
 
14'
2-2 PROVOROV
 
 
23'
2-3 FROST
4' 1-0 AHO
5' 2-0 TERAVAINEN
GIROUX 2-1 7'
PROVOROV 2-2 14'
FROST 2-3 23'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
COB Jackets
NHL
2 - 1
2. tempo
1-1
1-0
DET Wings
1-1
1-0
1-0 TEXIER
6'
 
 
 
 
13'
1-1 BERTUZZI
2-1 ATKINSON
25'
 
 
6' 1-0 TEXIER
BERTUZZI 1-1 13'
25' 2-1 ATKINSON
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
STL Blues
NHL
0 - 0
1. tempo
0-0
CAL Flames
0-0
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
NAS Predators
NHL
0 - 0
1. tempo
0-0
VAN Canucks
0-0
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
MIN Wild
NHL
0 - 0
1. tempo
0-0
COL Avalanche
0-0
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
CHI Blackhawks
NHL
0 - 0
02:30
TB Lightning
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
DAL Stars
NHL
0 - 0
02:30
WIN Jets
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
ARI Coyotes
NHL
0 - 0
03:00
TOR Leafs
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 02:19
ULTIME NOTIZIE Sport
UDINE
3 ore
Behrami è nostalgico: «Calciatore? Avrei preferito restare a vivere fra le pannocchie...»
Il centrocampista ha rilasciato una lunga intervista sulla sua vita: «Il mondo del calcio è fantastico, ma va tutto molto veloce. Lara? Quando torna dalle gare le faccio trovare la cena pronta...»
NATIONAL LEAGUE
4 ore
Tegola Zugo, Genoni è out
L'estremo difensore dei Tori si è infortunato agli adduttori e dovrà stare lontano dal ghiaccio per circa tre settimane
NATIONAL LEAGUE
5 ore
«Avevo lasciato un gruppo come questo. Kubalik? All-in per seguire i suoi sogni»
Samuel Guerra, tornato a Davos dopo le avventure a Zurigo e Ambrì, è alla seconda esperienza in gialloblù: «Inizio buono, ma il difficile comincia ora. Anche noi svizzeri dobbiamo tirare il carro»
LIGUE 1
5 ore
La rabbia del Lilla contro Mourinho: «Che classe comportarsi così!»
L'allenatore dei francesi Christophe Galtier ha attaccato il nuovo tecnico del Tottenham, reo di avergli "scippato" il vice allenatore e il coach dei portieri senza nemmeno avvisarlo
SERIE A
6 ore
Brescia & Balotelli è già tensione: il 29enne allontanato dall'allenamento
Il tecnico dei lombardi Fabio Grosso ha deciso di spedire anzi tempo sotto la doccia il giocatore a causa del suo atteggiamento svogliato
NATIONAL LEAGUE
7 ore
187 punti in 180 match non sono bastati: il Losanna liquida Jeffrey
La società vodese ha informato il proprio TopScorer che sarà libero di scegliersi un'altra squadra al termine del corrente campionato: «Ci serve un altro profilo di giocatore»
COPPA DAVIS
8 ore
Ritiri e orari assurdi, ma Piqué attacca Federer: «Pensi quello che vuole»
La nuova Coppa Davis piace a pochi e sta facendo discutere. Fognini: «Finalmente è finita... 4:18. È normale?». Nel frattempo Piqué critica King Roger: «Lui ha il suo torneo...»
SUPER LEAGUE
9 ore
Kakabadze ai box
Il Lucerna non potrà contare sul 24enne georgiano per diverse settimane
NATIONAL LEAGUE
10 ore
Rapperswil, rinnova Noël Bader
Il portiere 23enne ha esteso il suo accordo con i sangallesi fino al 2022
SUPER LEAGUE
11 ore
«Se sei ultimo ti brucia il c**o»
Ultimo ma non allo sbando, il Thun pensa alla rimonta. Rapp: «Non cambiamo nulla. Guai a farlo o a mettersi a inventare qualcosa adesso. Perdere la testa non ha senso»
TENNIS
10.09.2013 - 02:340
Aggiornamento : 24.11.2014 - 18:18

Rafa il marziano ha fatto 13!

Il maiorchino ha battuto in finale in 3h20' Novak Djokovic: 6-2, 3-6, 6-4, 6-1 il risultato finale a suo favore al termine di una sfida fantastica

 NEW YORK (USA) - Djokovic-Nadal regala sempre emozioni e sfide al cardiopalma. La finale dell’US Open 2013 non ha deluso le aspettative e tra colpi mostruosi, al limite della fisica e delle capacità umane, il numero 1 al mondo e il numero 2 hanno infiammato il centrale di Flushing Meadows. Dopo 3h20’ il tabellone ha così recitato: 6-2, 3-6, 6-4, 6-1 in favore del mancino di Manacor.

Era il remake delle finali 2010 (vittoria di Nadal), 2011 (trionfo di Nole), delle finali di Wimbledon 2011, Australian Open 2012, Roland Garros 2013 – e chi più ne ha più ne metta – e prima che la pallina iniziasse a correre come una scheggia sul cemento di New York si diceva: “Nadal è il re della terra, quest’anno non ha mai perso sul cemento, ma su questa superficie Djokovic ha centrato i suoi più grandi successi”. Giusto, tutto vero, tutto perfetto. Ma dove sta la verità? L’iberico l’ha spiegata disputando una finale mostruosa, il giusto apice di un 2013 che recita così: 60 vittorie e 3 sconfitte.

Nel primo set l’equilibrio è durato veramente ben poco, giusto tre game: Rafa alla prima occasione ha tirato la zampata e con alcuni punti incredibili ha strappato il servizio al serbo. Break, quasi controbreak e allora Nadal – che nel primo parziale non ha perso un game andato ai vantaggi – ha rifilato al suo avversario un’altra sberla da KO tecnico rubando di nuovo la battuta, per poi chiudere facile facile sul 6-2.

Se l’iberico nel primo parziale è sembrato comandare con facilità la sfida, Novak nel secondo è salito in cattedra, ha iniziato a giocare meglio e dal sesto gioco in poi ecco i fuochi d’artificio: break (con tanto di punto più bello del match, roba da 54 colpi di fila), controbreak e di nuovo break, per un totale di 5-3 in favore del ragazzo di Belgrado che ha poi chiuso 6-3.

Il terzo set è stato degno del copione di un thriller: break in apertura di Djokovic che è arrivato a un passo dal doppio break, ripresa di Nadal che, riuscendo a rubare il servizio al suo avversario, è riuscito a salire fin sul 5-4 (annullando altre tre palle break di fila al serbo)! Pazzesco. Il decimo game, però se possibile, è stato ancora più folle di tutto il set: con Novak al servizio e 30-0, il maiorchino si è inventato un punto spaziale che ha spaccato il game e gli ha letteralmente consegnato il terzo parziale.

Dopo aver sofferto in apertura in terzo set, lo spagnolo nel quarto ha trovato immediatamente il break che l’ha lanciato subito sul 3-0. Il serbo ha provato a reagire, cercando di accorciare gli scambi ma spesso la fretta è cattiva consigliera e così, sull’1-4 e 30-0, quattro errori non forzati hanno regalato il doppio break al maiorchino che al servizio non ha perdonato, non si è fatto pregare e dopo 3h20’ ha chiuso sul 6-1 conquistando meritatamente il titolo.

Nadal è stato intrattabile su tutto l’arco delle due settimane, mietendo vittime in maniera quasi elementare e ha così portato il suo bottino personale di Slam a quota 13: 1 Australian Open, 8 Roland Garros, 2 Wimbledon e 2 US Open. Fantastico e impressionante, tenendo conto dov'era il mancino di Manacor soltanto pochi mesi fa.

Quanto ne sai di hockey? Sfida i tuoi amici a l'Azzeccahockey

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 02:21:59 | 91.208.130.89