Tipress
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
35 min
S'accende l'Europa, si spegne la crisi? «Coppa? A Lugano dovrebbero essere vaccinati»
FORMULA 1
8 ore
Leclerc e quel paragone da brividi
SERIE A
8 ore
Il Torino cade contro il Lecce: l'Inter resta da sola in vetta
NHL
8 ore
NHL, nel 2020 non ci sarà lockout
LIGA
10 ore
«Esagerato, non è normale: adesso però dobbiamo proteggerlo»
SUPER LEAGUE
13 ore
«Celestini sarà sull'aereo per Copenaghen»
NATIONAL LEAGUE
13 ore
Ginevra: Rod e Douay, niente Zurigo
BASILEA
16 ore
Federer stacca l'assegno: dona 50'000'000 di dollari
NATIONAL LEAGUE
17 ore
Tanner Richard fuori a tempo... determinato
NATIONAL LEAGUE
17 ore
Patrik Laine a Berna
LONDRA
19 ore
«Mio padre era sempre ubriaco, non l'ho mai davvero conosciuto», e Ronaldo pianse
TENNIS
19 ore
«Devo prendermi cura del mio corpo»
TENNIS
20 ore
Golubic avanti senza stress
TENNIS
20 ore
Naufragio Bacsinszky: 0-6, 0-6 a Seul
HCL - L'ANALISI
21 ore
Lugano in costruzione: servirà tempo
BELLINZONA
10.09.2019 - 07:000
Aggiornamento : 10:40

La Pallamano Ticino sgomita e varca il Gottardo

Appuntamento storico a Horw, nel Canton Lucerna, il prossimo 22 settembre. È il primo torneo della rappresentativa guidata da Antonio Marano in Svizzera interna

BELLINZONA – Alla conquista della Svizzera. L’Associazione Pallamamo Ticino, nata nel 2018, varca per la prima volta il San Gottardo. L’appuntamento è per il 22 settembre a Horw, nel Canton Lucerna. A guidare il gruppo di ragazzini che parteciperà al torneo locale, il “pioniere” Antonio Marano, presidente del neonato club.

Marano, perché si è dovuto attendere un anno per varcare il Gottardo?

Finora partecipavamo a tornei in Italia. Un po’ per una questione linguistica, un po’ perché è lì che avevo le conoscenze principali. Ma la nostra è una squadra svizzera. Ed è fondamentale che iniziamo finalmente a prendere contatto con il territorio locale. Per questo, il torneo di Horw ha una valenza cruciale per il nostro club. La Federazione elvetica, tra l’altro, ci sta appoggiando. Ci sta vendendo incontro anche a livello di sostegno ai trasporti.

La Svizzera interna ha comunque una bella tradizione a livello di pallamano. E pure la Nazionale va forte. Perché finora in Ticino non c’è stato nulla? 

È vero, il campionato rossocrociato è di buon livello. Così come sono di un certo valore le prestazioni della Nazionale. In Ticino, è vero, non c’era niente fino al 2018. Forse perché nessuno ci ha mai creduto sul serio. Adesso abbiamo un gruppo di persone motivate, che sta insistendo. La musica è cambiata. Finora probabilmente c’era la paura di osare. 

Come siete messi allo stato attuale delle cose?

Al momento abbiamo una squadra under 9 e una squadra under 11. Una ventina di ragazzi in totale. Prevalentemente del Bellinzonese, ma non solo. Non vogliamo campanilismi, siamo aperti a tutti.

Che traguardi vi siete posti con questi ragazzi?

L’obiettivo è di farli crescere. Al momento partecipano solo a tornei. Ma dai 14 anni in su potranno iscriversi a un vero campionato. E, chissà, un giorno potremmo avere addirittura una prima squadra. È un sogno.

Perché un giovane dovrebbe giocare a pallamano? 

Perché è uno sport offensivo, in cui si gioca costantemente all’attacco. Si fanno azioni spettacolari e una valanga di gol. Il divertimento è garantito e non c’è quella tensione e quel nervosismo che magari emerge in altre discipline.

Commenti
 
Francesca Christen 6 gior fa su fb
Grande Antonio, fofo ci hai creduto fino in fondo, sono orgogliosa di te!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 07:35:25 | 91.208.130.89