keystone-sda.ch/ (Eduardo Munoz Alvarez)
+ 55
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
1 ora
YB piegato dal Porto. Sorride la Roma, crolla il Gladbach
SWISS LEAGUE
2 ore
Rockets, colpo esterno: secondo successo consecutivo
EUROPA LEAGUE
3 ore
L'EuroLugano lotta, ma cade a Copenaghen
TENNIS
4 ore
Ginevra si prepara a duelli stellari: King Roger inizia in doppio
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Il Ginevra recupera Richard per il match della Valascia
HCAP
7 ore
«Non siamo preoccupati, le vittorie arriveranno»
TENNIS
9 ore
La Golubic non si ferma più: è semifinale a Guangzhou
NATIONAL LEAGUE
10 ore
«L’Ambrì è un esempio, non siamo una comparsa»
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Krüger out due settimane, potrebbe tornare a Lugano
CHALLENGE LEAGUE
12 ore
«Se siamo ultimi e perché abbiamo sbagliato qualcosa e dobbiamo lavorare di più e meglio»
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Cereda prova Plastino-Fischer, ma potrebbe confermare l'Ambrì di Berna
CHALLENGE LEAGUE
14 ore
Panchina ribaltata: a Chiasso allena Lupi
EUROPA LEAGUE
17 ore
A Copenaghen per scacciare la crisi: esordio del Lugano in Europa
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Uno scatenato Di Maria stende il Real, Juve raggiunta nel finale
MADRID
1 gior
Bale, 700'000 sterline di regalo-pensione: «Sei mesi per il mondo a giocare a golf con gli amici»
TENNIS
09.09.2019 - 03:290
Aggiornamento : 14:19

Nadal vince la maratona di New York; Federer è ora a un passo

Diciannovesimo successo in uno Slam per Rafa (a -1 da Roger), impostosi 7-5, 6-3, 5-7, 4-6, 6-4 su Daniil Medvedev dopo quasi 5 ore di gioco

NEW YORK (USA) - L'anno d'oro di Daniil Medvedev, quello delle finali a Washington e Montreal, del successo a Cincinnati e dell'approdo alla quinta posizione della classifica ATP, non ha partorito la sorpresissima della vittoria agli US Open. Sul cemento di New York, nello Slam di Flushing Meadows, il russo si è infatti inchinato davanti a Nadal, in trionfo 7-5, 6-3, 5-7, 4-6, 6-4 in 4h54'.

Arrivato all'ultimo atto del Major piegando, nell'ordine, Gunneswaran, Dellien, Lopez, Köpfer, un modesto Wawrinka e Dimitrov, il 23enne moscovita non è riuscito a superare l'ultimo ostacolo. A scalare la montagna Rafa. Ci ha provato, ha combattuto su ogni pallina, ma non ha saputo risolvere l'enigma presentatogli.

Medvedev ha cominciato con un primo set ben giocato, nel quale ha saputo strappare la battuta e anche disinnescare quattro palle break al rivale. Arrivato al servizio sul 5-6, si è però fatto sorprendere, arrendendosi dopo quasi un'ora e mezzo. Subito il contraccolpo, per almeno un'ora il maiorchino ha imperversato, prendendosi il secondo parziale e scappando sul 3-2 (con break all'attivo) nel terzo. Tutto finito? Per nulla. Il russo ha reagito e, spinto da grande forza mentale, ha prima rimesso in equilibrio il set e poi, con un break al dodicesimo gioco, lo ha chiuso 7-5. Più equilibrato il quarto parziale nel quale, nonostante le occasioni (una per Daniil, due per Rafa), fino al nono game non ci sono stati guizzi. Al decimo però... l'iberico si è fatto infilare, perdendo così 4-6. Stessa storia nell'ultimo e decisivo quinto set: tanta battaglia e pochi sprint fino al decimo gioco. Fino alla zampata decisiva del numero due al mondo.

Il non semplice successo (il quarto a NY) ha permesso a Nadal di avvicinare Federer per numero di Slam vinti. Il renano è fermo a 20, l'iberico è salito a quota 19. Roger ha 38 anni, Rafa 33. L'aggancio e il sorpasso, a questo punto, sembrano inevitabili. A meno che il rossocrociato non decida di estrarre qualche altro coniglio dal cilindro. A meno che non decida di dispensare ancora molte magie.

keystone-sda.ch/STF (JUSTIN LANE)
Guarda tutte le 59 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-20 00:11:13 | 91.208.130.85