Diego Baratti
ULTIME NOTIZIE Sport
CHAMPIONS LEAGUE
4 ore
Il Napoli doma i campioni, il Borussia ferma il Barça
NATIONAL LEAGUE
5 ore
Gioia Rappi con Cervenka, il Losanna incorna i Tori
SWISS LEAGUE
5 ore
Rockets da sballo: steso il La Chaux-de-Fonds!
HCAP
5 ore
Ambrì, blackout e disattenzioni: a Berna arriva la terza sconfitta
HCL
5 ore
Lugano ancora al tappeto, fa festa solo il Davos
CHAMPIONS LEAGUE
6 ore
Pareggio casalingo per l'Inter
MOTOMONDIALE
8 ore
Ktm-Zarco, divorzio anticipato
CHALLENGE LEAGUE
9 ore
Bellante ai box, il Chiasso si tutela con Jacot
TENNIS
10 ore
«A Wimbledon 2020 ci sarò. Olimpiadi? Deciderò presto»
FORMULA 1
13 ore
Vettel e l'odore della squalifica: «Per lui nessun problema di testa»
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Raffaele Sannitz e Marco Maurer simulano: 2'000 franchi di multa
LUGANO
16 ore
Miglior Sportivo Ticinese 2019: chi succederà all’orientista Elena Roos?
AUTOMOBILISMO
17 ore
Alex Fontana si conferma sul podio del CTCC a Ningbo
NATIONAL LEAGUE
17 ore
È subito operazione-riscatto per il Ticino hockeystico
TENNIS
18 ore
Ecatombe rossocrociata in Corea del Sud
CORSA D'ORIENTAMENTO
16.08.2019 - 20:020

Roos 28esima ai Mondiali

La 28enne di Cugnasco: «I Mondiali per me sono purtroppo già finiti, ma la stagione è ancora lunga»

MORK (Norvegia) - Che i terreni scandinavi fossero difficili già lo si sapeva, ma per Elena Roos il 28esimo posto colto oggi alla gara su media distanza dei campionati del mondo di corsa d’orientamento fa male: «Mi sono preparata cinque mesi nei boschi della regione per potermi esprimermi al meglio a questi campionati, però non è bastato», ha commentato amareggiata la 28enne di Cugnasco al traguardo. «I mondiali per me sono purtroppo già finiti, ma la stagione è ancora lunga: infatti mi voglio subito concentrare e prepararmi al meglio per le gare di coppa del mondo in Svizzera e in Cina».

Ad imporsi in una gara tecnicamente impegnativa è stata la svedese Tove Alexandersson, che già mercoledì aveva conquistato l’oro nella lunga distanza. Seconda una ancora sorprendete Simona Aebersold: la 21enne bernese sì e è messa al collo il secondo metallo più pregiato, dopo che mercoledì aveva conquistato il bronzo.  «Già vincere una medaglia è stato fantastico, non mi sarei certo aspettata di vincerne una seconda, ma sono arrivata in partenza tranquilla e focalizzata sulla gara di oggi», ha commentato raggiante la giovane durante la conferenza stampa.

Maluccio gli svizzeri nella gara maschile: il migliore è stato il bernese Florian Howald, ottavo a 1’57’’ dal vincitore di giornata, il norvegese Olav Lundanes. Subito dietro al nono posto Andreas Kyburz a 2’19’’, decimo Daniel Hubmann a 2’30’’, mentre Matthias Kyburz 18essimo a 4’06’’.

Domani è prevista la staffetta, dove sia la squadra maschile che quella femminile puntano a conquistare delle medaglie.

Diego Baratti
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 03:51:26 | 91.208.130.87