CANOTTAGGIO
27.05.2018 - 17:540
Aggiornamento 18:09

Medaglia d’argento per il quattro di coppia di Olivia Negrinotti

Il quarto senza Nimue Orlandini quarto agli Europei juniori

GRAVELINES - (Francia) – La soddisfazione è grande e la si legge chiaramente sul viso di Olivia Negrinotti. La medaglia d’argento ottenuto oggi nella finale continentale del quattro di coppia, va al di là delle più rosee aspettative. Come la compagna di avventura, Célia Dupré di Vésenaz, si tratta del primo sigillo importante a livello internazionale. Non così per le altre due componenti l’equipaggio, Lisa Lötscher ed Emma Kovacs, già medaglia di bronzo ai mondiali 2017 di Trakai. Avvincente, a dir poco la finale grazie al duello ingaggiato sin dalle prime palate con la formazione della Repubblica ceca che si è poi fregiata della medaglia d’oro. Alle loro spalle, troviamo, staccata di ben 10” la Romania. Seguono, nell’ordine, Russia, Italia e Bielorussia.

Un risultato che premia le ragazze per l’impegno profuso nelle singole società – la Ceresio per la Negrinotti – e presso il centro di Sarnen sotto l’attenta guida della responsabile del settore, Anne-Marie Howald. In gran spolvero anche la prova offerta dal 4 senza, sempre nel contesto femminile comprendente l’altra ceresiana, Nimue Orlandini, al suo primo grande appuntamento sul palcoscenico internazionale. Il quartetto ha chiuso al quarto rango in una finale dominata da Romania e Italia, classificatesi nell’ordine. Medaglia di bronzo per la Danimarca, seconda nella prova dimostrativa valida per l’attribuzione delle corsie per l’atto conclusivo.

La Svizzera esce da questi europei con una seconda medaglia – di bronzo, per la precisione – per merito della zughese Jana Nussbaumer, vero promessa del singolismo elvetico. Il titolo è andato alla spagnola Esther Briz Zamorano. Medaglia d’argento per l’azzurra Greta Martinelli, già in evidenza nel recente miting nazionale di Gavirate. In campo maschile il lucernese Kai Schätzle, vincitore in mattinata della semifinale, non è andato oltre il quarto rango nella finale che conta. L’oro è andato al campione uscente, il tedesco Moritz Wollf. Il 4 di coppia maschile ha vinto la finale B (7° rango assoluto). Sesto posto invece per il 4 senza (12° assoluto).

Ticinesi protagonisti a Cham
Anche nel terzo appuntamento stagionale inserito nel calendario nazionale, gli equipaggi ticinesi non sonostati certamente a guardare. Anzi! Soprattutto nel contesto juniori sono diventati un vero e proprio spauracchio per la pur agguerrita concorrenza d’oltre Gottardo. Nelle categorie U23 e pesi leggeri, in evidenza Aurelio Comandini (Ceresio) e il 4 “leggero” della mista Lugano/SCCM (El Sangedy, Cammarota, Jaumin, Krattiger) entrambi classificati al secondo posto nella giornata conclusiva. Primo posto per Chiara Cantoni nel singolo e per il 4 di coppia (Bucci, Sokolov, Bosco, Pagnamenta), entrambi della Lugano. Negli U17 prosegue il momento felice per il i ceresiani Luis Schulte e Matteo Veronese (singolo e doppio). Un banale incidente “tecnico” occorso negli ultimi metri ha negato il successo al 4 di coppia maschile del Lugano.

Nella giornata d’esordio da sottolineare le prove offerte dalle singoliste Siria Rivera (SCCM), taina Krattiger (Lugano) e Alice Mossi (Locarno) nella categoria U17, Sofia Pasotti e il “quattro” della Martinoni, Mossi, Guscetti e Nessi della Locarno negli U19. Negli U15 in evidenza la ceresiana Cecilia Negrinotti (sorella di Olivia), Sven Riesen (SCCM), il doppio della Lugano formato da Giorgia Pagnamenta e Vittoria Calabrese) e il quattro pesi leggeri della mista Lugano/SCCM (Cammarota, Sokolov, Bucci, Metzdorf).

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-02-19 00:29:41 | 91.208.130.86