CANOTTAGGIO
06.08.2017 - 13:110

Una medaglia d’oro, una d’argento e una di bronzo per la Svizzera

Conclusi i “mondiali” juniori lituani con rossocrociati in gran spolvero

TRAKAI (Lituania) – Che dire di questa Svizzera: semplicemente stupenda. Una medaglia d’oro grazie al 4 di coppia maschile, una d’argento nel 4 con ed una di bronzo per merito del 4 di coppia in campo femminile. Un bilancio estremamente positivo, che va ben oltre le più rosee aspettative della vigilia.

Il quattro con apre di fatto le finali per la Svizzera. Nella prima parte tutte le barche sono più o meno nella stessa linea con gli Stati Uniti a fare l’andatura. Una condotta di gara che porta al passaggio dei primi 500 metri, nell’ordine, USA, Germania ex aequo con l’Ucraina, la Svizzera e l’Italia in quinta posizione, ma in crescita. Subito dopo i 500 metri la Svizzera balza al comando con il resto della barche ad inseguire. Al passaggio di metà gara, dopo aver attaccato a 850 metri le battistrada, l’Italia è seconda alle spalle della barca elvetica che per 52 centesimi la sopravanza. Al passaggio dei 1500 metri l’Italia è ancora seconda ma va all’attacco di Nico Müller e compagni. e negli ultimi trecento metri, dopo aver fatto sfogare i rossocrociatini passa al comando e va a vincere il titolo mondiale con oltre tre secondi di vantaggio sulla seconda, la Svizzera appunto, e la Germania, terza. Crono della Svizzera: 6’36”91.

Il 4 di coppia maschile, già campione europeo a fine maggio in Germania, primo sia nell’eliminatoria, sia nella semifinale, non ha lasciato scampo alla pur agguerrita concorrenza nell’atto conclusivo. Già al comando al passaggio dei 500 metri, Linus Copes e compagni, hanno poi saputo respingere il veemente attacco portato loro dalla Gran Bretagna nell’ultimo tratto di gara. Sulla linea del traguardo quasi 2” separano le due formazioni. Medaglia di bronzo per l’Italia, staccata di soli 17/100 dai britannici. Crono dei vincitori: 6’04”97. “Intelligente” può essere definita la prova offerta dal quattro di coppia femminile di Eline Rol, Emma Kovacs, Lisa Lötscher e Jana Nussbaumer. Il quartetto rossocrociato, quarto al passaggio dei 1000 metri, alle spalle di Romania, Germania e Gran Bretagna, ha poi avuto una bella reazione ai 1500 che gli ha consentito di superare di slancio le britanniche. Tempo delle rossocrociate: 6’50”99.

Nelle finali B avevamo in gara i due singolisti: Jan Scäuble ha chiuso al 4° rango (10° assoluto) in 7’32”97, mentre Mattea Wütrich ha concluso il mondiale al 12° rango assoluto con un crono di 8’26”45.

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-03 01:31:22 | 91.208.130.89