Lecce
Genoa
12:30
 
Lecce
SERIE A
0 - 0
12:30
Genoa
Ultimo aggiornamento: 08.12.2019 11:49
Lecce
Genoa
12:30
 
Lecce
SERIE A
0 - 0
12:30
Genoa
Ultimo aggiornamento: 08.12.2019 11:49
Risultati
26.11.2019
Coppa Svizzera
Davos
 4 - 3 
fine
0-0
1-2
2-1
1-0
Berna
Lakers
 4 - 0 
fine
1-0
2-0
1-0
Zugo
Ajoie
 6 - 3 
fine
1-0
1-0
4-3
Zurigo
 
07.12.2019
LNA
Berna
 4 - 2 
fine
1-1
1-1
2-0
Friborgo
Davos
 2 - 1 
fine
0-0
0-1
1-0
1-0
Losanna
Lakers
 4 - 1 
fine
3-0
0-1
1-0
Ginevra
Lugano
 3 - 1 
fine
1-0
0-0
2-1
Zurigo
Zugo
 5 - 2 
fine
3-0
1-2
1-0
Langnau
LNB
Ticino Rockets
 1 - 8 
fine
0-3
0-5
1-0
La Chaux de Fonds
GCK Lions
 1 - 2 
fine
1-1
0-0
0-1
Turgovia
Langenthal
 2 - 3 
fine
0-1
1-1
1-1
Visp
Olten
 10 - 5 
fine
3-2
4-1
3-2
Zugo Academy
Sierre
 7 - 2 
fine
2-0
3-2
2-0
Winterthur
Ajoie
 1 - 3 
fine
0-1
0-0
1-2
Kloten
 
08.12.2019
LNA
Ambrì
  
15:45
Zugo
NHL
STL Blues
 2 - 5 
fine
1-4
0-1
1-0
TOR Leafs
BOS Bruins
 1 - 4 
fine
1-1
0-2
0-1
COL Avalanche
DET Wings
 3 - 5 
fine
0-2
1-1
2-2
PIT Penguins
TB Lightning
 7 - 1 
fine
1-0
2-0
4-1
SJ Sharks
FLO Panthers
 4 - 1 
fine
1-0
1-0
2-1
COB Jackets
CAR Hurricanes
 6 - 2 
fine
2-1
2-1
2-0
MIN Wild
NAS Predators
 6 - 4 
fine
2-2
2-1
2-1
NJ Devils
DAL Stars
 3 - 1 
fine
2-0
1-0
0-1
NY Islanders
CAL Flames
 4 - 3 
fine
1-2
2-0
1-1
LA Kings
WIN Jets
  
21:00
ANA Ducks
FLO Panthers
  
23:00
SJ Sharks
 
10.12.2019
LNB
Ajoie
  
20:00
Zugo Academy
 
15.12.2019
Coppa Svizzera
Lakers
  
14:45
Davos
Ajoie
  
17:30
Bienne
 
Classifiche
LNA
1
Zurigo
27
51
2
Davos
24
47
3
Bienne
27
46
4
Ginevra
28
46
5
Zugo
24
43
6
Losanna
27
42
7
Langnau
26
36
8
Friborgo
26
35
9
Berna
27
35
10
Lugano
28
34
11
Lakers
27
32
12
Ambrì
25
27
Ultimo aggiornamento:08.12.2019 11:49
LNB
1
Kloten
27
58
2
Olten
27
55
3
Visp
27
53
4
Turgovia
27
53
5
Ajoie
26
50
6
Langenthal
26
46
7
La Chaux de Fonds
27
36
8
GCK Lions
27
36
9
Sierre
27
30
10
Zugo Academy
25
26
11
Winterthur
27
21
12
Ticino Rockets
27
16
Ultimo aggiornamento:08.12.2019 11:49
NHL
EASTERN ATLANTIC
1
BOS Bruins
30
46
2
FLO Panthers
28
33
3
BUF Sabres
30
32
4
MON Canadiens
30
32
5
TOR Leafs
31
32
6
TB Lightning
27
31
7
OTT Senators
30
25
8
DET Wings
31
17
EASTERN METROPOLITAN
1
WAS Capitals
31
49
2
NY Islanders
28
40
3
PHI Flyers
30
39
4
PIT Penguins
30
38
5
CAR Hurricanes
30
37
6
NY Rangers
28
31
7
COB Jackets
29
26
8
NJ Devils
29
23
WESTERN CENTRAL
1
STL Blues
31
42
2
COL Avalanche
29
40
3
DAL Stars
31
37
4
WIN Jets
29
36
5
MIN Wild
30
32
6
NAS Predators
28
31
7
CHI Blackhawks
29
29
WESTERN PACIFIC
1
EDM Oilers
31
39
2
ARI Coyotes
31
38
3
VEGAS Knights
31
35
4
VAN Canucks
30
34
5
CAL Flames
31
34
6
SJ Sharks
31
32
7
ANA Ducks
29
28
8
LA Kings
31
24
Ultimo aggiornamento:08.12.2019 11:49
ULTIME NOTIZIE Sport
NATIONAL LEAGUE
51 min
Carica su Jörg: Noreau sotto la lente
È stata aperta una proceduta ordinaria nei confronti del difensore dello Zurigo
FORMULA 1
1 ora
«Vettel e Leclerc? Ogni anno vedo piloti che si sbattono fuori a vicenda»
Fernando Alonso si è espresso in merito alla F1 in generale: «La reputazione si basa sui fatti. Mi viene in mente quando lasciavo la scia a Monza per spirito di collaborazione»
MOTO GP
4 ore
«Lorenzo era duro con tutti. Valentino Rossi? Stava per lasciarci»
Lin Jarvis ha parlato dei suoi due pupilli dei tempi d'oro: «Necessitavamo di qualcuno con un talento straordinario e l'istinto assassino»
SERIE A
13 ore
La Lazio piega la Juventus e l'Inter... allunga!
La compagine biancoceleste si è imposta 3-1 sui bianconeri
SCI ALPINO
13 ore
Vince la Schmidhofer, Lara è (solo) 27esima
La sciatrice austriaca si è imposta davanti a Mikaela Shiffrin e a Francesca Marsaglia
NATIONAL LEAGUE
13 ore
Il Berna è rinato: terzo successo di fila per gli Orsi
La squadra della Capitale ha prevalso 4-2 contro il Friborgo. Nello stesso tempo vittorie anche per Davos, Rapperswil e Zugo
HCL
13 ore
Il Lugano rialza la testa e stende la capolista Zurigo
I bianconeri dimenticano la sconfitta di Langnau superando con una prova di carattere i forti Lions. 3-1 il risultato
SUPER LEAGUE
15 ore
Il Lugano coglie un punto
La compagine bianconera ha pareggiato in trasferta contro lo Xamax: 1-1 il risultato finale. Nello stesso tempo l'YB ha prevalso sul Lucerna (1-0)
SCI ALPINO
15 ore
Beat Feuz da favola: l'elvetico davanti a tutti
Nello stesso tempo a Lake Louise la discesa libera in campo femminile è stata ritardata a causa delle abbondanti nevicate
BASKET
15 ore
Niente da fare per il Riva
Le ragazze ticinesi sono state battute dal Troistorrents: 83-57 il risultato
SERIE A
16 ore
Il Napoli non sa proprio più vincere
I partenopei hanno impattato 1-1 sul campo dell'Udinese. Qualche ora prima Atalanta-Verona era invece terminata 3-2
HCL
16 ore
L'avventura di Linus Klasen è giunta al capolinea
Lo svedese ha confermato di non aver ricevuto nessuna proposta di rinnovo da parte della società bianconera
SWISS LEAGUE
16 ore
Ticino Rockets sculacciati a domicilio
La formazione ticinese è stata nettamente sconfitta dal La Chaux-de-Fonds con il punteggio di 8-1
Calcio
17 ore
Dai gol all'arresto nella boutique della moglie per droga: la triste parabola di Kuljic
L'ex attaccante di Sion e Xamax è stato condannato a un anno di reclusione con la condizionale
HOCKEY
18.10.2012 - 07:110
Aggiornamento : 25.11.2014 - 10:24

Michele Crivelli: "Ho giocato il "Clasico", ma al Bellinzona sto bene"

Il nuovo attaccante dei GDT ha raccontato la sua esperienza in Spagna ed è motivato a fare bene con la sua nuova squadra. Il 26enne ha giocato in Prima Lega anche con Dübendorf, Bulle e Neuchatel

BELLINZONA – Il campionato di Prima Lega di hockey su ghiaccio sta entrando nel vivo e mai come quest’anno le due squadre ticinesi che vi militano sono partite così bene. Il Chiasso dopo cinque gare ha conquistato dieci punti, mentre il nuovo Bellinzona ne ha ottenuti due in più. Proprio nei GDT milita Michele Crivelli, attaccante formato nel settore giovanile del Lugano che ha giocato in Prima Lega nel Dübendorf, vincendo il campionato, nel Bulle, nel Neuchatel e nella massima serie di hockey spagnola, dove ha difeso i colori del Barcellona.

Michele Crivelli, com'è nata questa idea di andare a Barcellona?
“Ho studiato economia a Friborgo e contemporaneamente giocavo nel Bulle. Verso la fine della stagione 2011 avevo voglia di cambiare aria e per scherzo sono andato su internet nel sito del Barcellona calcio e ho scritto a un dirigente, chiedendo se erano disponibili dei posti per dei giocatori stranieri all’interno della squadra di hockey. Essendo una polisportiva dove tutti gli sport blaugrana sono collegati, il dirigente mi ha risposto, ho preso l’aereo, sono andato a sostenere un provino e mi hanno preso”.

Com’è il campionato spagnolo?
“È molto vario. Le prime linee di ogni squadra sono composte solo da stranieri, il livello è molto buono e l’intensità di gioco è alta. C’è però un abisso con gli altri blocchi. Se per disgrazia la terza linea fa liberazione vietata e nel cambio successivo entrano gli stranieri, molto spesso segnano. Nel campionato ci sono sei squadre che si affrontano quattro volte e fra Madrid e Barcellona c’è il "Clasico". Poi c'è la Coppa del Rey dove si scontrano le sei compagini di A e una ventina di squadre della Lega Cadetta".

Hai giocato in un campionato di Serie A come straniero. Cosa ti ha dato questa esperienza?
“Giocando come straniero cambia tutto. Il gioco era concentrato su di noi, quindi quando avevo il disco i giocatori nazionali spagnoli non si aspettavano che glielo passassi, mentre ogni volta che ce l’avevano loro cercavano di passarmelo sempre. È lo straniero che deve segnare e fare la differenza e in questo modo si gioca con molta più pressione addosso. Bisogna cambiare il modo di giocare, se non segni, deludi le aspettative di tutti”.

Oltre a questa esperienza, hai giocato in tutte e tre le regioni della Svizzera in squadre di Prima Lega. Differenze?
“Il Gruppo 1, quello con le squadre ticinesi e con il blocco delle zurighesi, è il campionato più intenso e più fisico. Le squadre sono equilibrate e ci sono dei giocatori molto forti che vengono dai vivai di squadre di LNA che non hanno lo spazio per essere immediatamente professionisti. Questi ragazzi vengono a farsi le ossa in Prima Lega e alzano notevolmente il livello. Il Gruppo 3, quello romando, è forse più tecnico, visto che tanti giocatori sono ex professionisti scesi di categoria che non hanno voglia di smettere. La differenza è che in Romandia esistono molte squadre che militano in LNB e i ragazzi più forti che escono dai vivai, saltano spesso la Prima lega e vanno a giocare direttamente nella Lega Cadetta. C’è quindi più tempo per ragionare e non sei aggredito appena tocchi il disco. Infine il Gruppo 2 è una via di mezzo fra questi due.

Qual è la differenza fra ticinesi e svizzeri tedeschi?
“La mentalità. In Ticino un ragazzo che finisce le giovanili non sa dove andare a giocare perché non c’è quel bacino immenso di giocatori che c’è nel Canton Zurigo. Per questo motivo in svizzera interna esiste, fin da piccoli, quella sana concorrenza che c’è bisogno in un gruppo per fare in modo che ognuno dia sempre il massimo per guadagnarsi il posto. A Lugano e ad Ambrì se uno è forte può vivere di rendita, mentre a Zurigo ognuno è abituato a sudarsi sempre il posto con almeno quattro persone e questo si riflette anche nel gioco. Non abbassano mai la guardia, li l’attitudine e l’impostazione sono diverse rispetto al Ticino".

E a Bellinzona com’è?
“Quest’anno è la prima volta che anche a Bellinzona si deve lottare costantemente per una maglia da titolare. Siamo una cinquantina di giocatori per 23 posti totali. Si è creata quella concorrenza e quell’impegno a tutti gli allenamenti, perché nessuno è sicuro del posto e questo sta dando i suoi frutti in campionato. Tutti vogliono giocare e ognuno sente il fiato sul collo dei giocatori della seconda squadra. In Prima Lega l’importante è avere la stabilità, avere un nocciolo di giocatori esperti che insegnano ai giovani come si gioca nella categoria per farli crescere”.

Come la vedi una squadra ticinese in LNB?
“Sarebbe molto importante. Il Lugano qualche anno fa ha provato a creare una squadra facendo una fusione con Bellinzona e Ceresio, ma non ha funzionato. C’erano troppi campanilismi e la cosa è saltata per questo. Quest’anno sia noi che il Chiasso abbiamo i mezzi per fare bene, ma l’obiettivo resta quello di qualificarci direttamente per i playoff”.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 12:07:37 | 91.208.130.85