SC Kriens
0
Losanna
1
1. tempo
(0-1)
Winterthur
0
Sciaffusa
0
1. tempo
(0-0)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
Antonio Marchesano in campo a Basilea
Il centrocampista ticinese dello Zurigo non aveva preso parte alla trasferta di Neuchâtel
SWISS LEAGUE
2 ore
Bionda e DeLuca ai Rockets
La prossima stagione i due attaccanti si muoveranno agli ordini di coach Landry
TENNIS
2 ore
Coronavirus: «Djokovic ingenuo: è stato ingannato»
Zoran Radovanovic: «Il disastro dell’Adria Tour non è dipeso dal campione di Belgrado».
TENNIS
2 ore
C’è la pandemia, niente tennis in Svizzera
Il torneo di Basilea tornerà nell’ottobre 2021
SBL
4 ore
«Non vedo l’ora di ricominciare»
Il coach italiano guiderà i Lugano Tigers anche nella prossima stagione
TENNIS
6 ore
«Non vedo i miei genitori da mesi...»
Andy Murray si è anche espresso a proposito della sua carriera: «Sto diventando vecchio per giocare a tennis»
CARNET NOIR
10 ore
Il fratello di Aurier ucciso (per strada) da due colpi d'arma da fuoco
Dramma per il difensore del Tottenham: il 26enne è stato colpito alle spalle in città a Tolosa
SERIE A
18 ore
L'Inter stende il Toro e vola al secondo posto
La formazione meneghina si è imposta fra le mura amiche con il punteggio di 3-1
MOTO GP
20 ore
Aspettando Rossi, c'è Morbidelli: «Amo questa squadra»
Il pilota italo-brasiliano ha firmato un biennale con la Petronas: «Sono felice di continuare insieme»
NBA
22 ore
Russel Westbrook positivo al Covid-19
La stella degli Houston Rockets: «Sto bene, ma questo virus è da prendere seriamente»
SUPER LEAGUE
1 gior
Coronavirus: lo Zurigo giocherà comunque a Basilea
Nonostante la quarantena, i tigurini scenderanno in campo al St. Jakob Park con molti Under 21
SWISS LEAGUE
1 gior
Sette volte Rockets
Definito il programma delle amichevoli per la compagine ticinese
SUPER LEAGUE
1 gior
Persa del tutto la bussola, pallone in balia delle onde
La multi-positività zurighese ha smascherato il bluff dei dirigenti del nostro calcio.
MOTOMONDIALE
1 gior
Marquez Jr. degradato per farsi le ossa
Il “fratellino” d’arte si batterà per la LCR di Lucio Cecchinello. Per Morbidelli altri due anni in Yamaha-Petronas.
HOCKEY
05.04.2012 - 22:150
Aggiornamento : 22.11.2014 - 19:58

Ambrì, secondo passo verso la salvezza

Gara-2 in mano ai biancoblù dal primo all'ultimo minuto, con una tattica ultra-difensiva. Il Langenthal è parso ormai a secco. Nella finalissima, i Lions battono il Berna e si portano sull'1-1

LANGENTHAL – Metà della traversata è compiuta, senza fronzoli e con molta sostanza. L’Ambrì va sul due a zero nella serie con una prova ordinata, aggressiva a tratti, difensiva sempre e poi sempre. Per lo spettacolo chissà quando si dovrà ripassare, ma per il momento va bene così. Certo che, ancor più di martedì, il Langenthal è parso a secco, chissà se debole di suo o appagato. Contro una squadra così, persino i gracilini biancoblù sono parsi forzuti. Tra chi ha esagerato con la forza c’è stato il nervoso Joel Perrault, schierato al posto di Landry, che si è cercato un paio di penalità minori molto sciocche e ha pure reclamato beccandosi anche un dieci minuti disciplinari, dimenticandosi però di giocare all’hockey. Così, l’Ambrì ha compiuto il nobile di gesto di giocare in pratica con un solo straniero, pareggiando cavallerescamente il conto con lo sfortunato Langenthal, privo del suo campione Campbell.

Constantine non ha fatto una piega al suo stile: tutti dietro e davanti amen. Almeno c’è stata pressione alle assi e un buon forechecking alto, il che ha limitato gli errori. Errore enorme invece quello che ha regalato a Elias Bianchi una bella porta spalancata dove sbatter dentro l’1-0, conseguenza di una cappellata alle assi del portiere Eichmann. Il gol era comunque nell’aria perché per i primi dieci minuti l’Ambrì ha davvero pigiato sul gas. Poi, remi in barca anche a causa della sconsideratezza di Perrault. Stessa pressione nel secondo tempo, e ancora gol con Lakhmatov su altra indecisione di Eichmann. Costretto a far qualcosa, il Langenthal ha fatto alcune fumate, ma da locomotiva in panne.

Il terzo tempo è stato qualcosa di spettacolare, nel suo genere. L’Ambrì si è piazzato nella sua metà pista e quasi ogni volta che l’ha varcata ha cambiato linea invece di affondare. Una tattica rivoluzionaria, che ha mandato in tilt i locali. A un certo punto, sono finiti fuori Trunz, Raffainer e Noreau, e Constantine ha chiamato il timeout, probabilmente per disegnare una maginot sulla lavagnetta. Con quasi due minuti a 5 contro 3 per il Langenthal, Bäumle ha parato un solo tiretto. Tornati al completo, i biancoblù hanno continuato a fare il tasso nella tana, mettendo fuori gli artigli senza muoversi. Langenthal arenato sulla sua stessa spiaggia. Lakhmatov ha spedito il tre a porta vuota. Sabato gara-3, con la sensazione che i bernesi non se la prenderanno più di tanto se perdessero di nuovo.

Gara-2 della finale per il titolo è andata allo ZSC Lions, che ha battuto dopo una lunga rincorsa il Berna, riportando la serie in parità.

SPAREGGIO PROMOZIONE/RELEGAZIONE (best of 7)

LANGENTHAL - AMBRÌ-PIOTTA  0-3 (0-1, 0-1, 0-1) 0-2 nella serie
Reti: 10’40” Elias Bianchi (Schlagenhauf, Grassi) 0-1; 25’48” Lakhmatov (Pestoni) 0-2; 59’14” Lakhmatov (Langenthal senza portiere).
Ambrì: Bäumle; Sidler, Trunz; Hoffmann, Perrault, Pestoni; Kobach, Noreau; Raffainer, Walker, Pedretti; Schültess, Casserini; E. Bianchi, Schlagenhauf, Grassi; Müller; Demuth, M. Bianchi, Duca; Lakhmatov.
Penalità: Langenthal 2x2’; Ambrì 6x2’ + 10’ (Perrault).
Note: Schoren, 4’800 spettatori. Arbitri: Reiber, Stricker; Arm, Küng. Ambrì senza Botta, Westrum, Murovic, Kariya, Kutlak (infortunati), Stücki, Schäfer, Croce, Kohn, Sidler, Guerra, Bonnet, Liochat, Landry e Incir (soprannumero).

Gara-3, sabato 7 aprile
19h45 Ambrì - Langenthal
Il programma: lunedì 9 aprile, 19h45; ev giovedì 12 aprile, 19h45; ev. sabato 14 aprile, 19h45; ev. martedì 17 aprile, 19h45.

FINALE LNA (best of 7)

ZURIGO - BERNA  2-1 (0-0, 0-1, 2-0) 1-1 nella serie
Reti
: 22’ Vermin (Hänni) 0-1; 47’ Down (McCarthy) 1-1; 55’ Monnet (Bastl) 2-1.
ZSC Lions: Flüeler; McCarthy, Seger; Blindenbacher, Geering; Stoffel, Daniel Schnyder; Gobbi; Bühler, Schäppis, Chris Baltisberger; Bastl, Pittis, Monnet; Patrik Bärtschi, Cunti, Kenins; Ambühl, Tambellini, Down; Ziegler.
Berna: Bührer; Kwiatkowski, Philippe Furrer; Jobin, Hänni; Kinrade, Beat Gerber; Höhener; Pascal Berger, Ritchie, Dumont; Bertschy, Martin Plüss, Rüthemann; Déruns, Gardner, Vermin; Scherwey, Froidevaux, Reichert; Caryl Neuenschwander.
Penalità: ZSC Lions 1x2’; Berna 3x2’.
Note: Hallenstadion, 11’200 spettatori. Arbitri: Kurmann, Massy; Fluri, Müller. ZSC Lions senza Camperchioli (infortunato), Cory Murphy, Kolnik, Schommer, Phil Baltisberger e Ulmann (soprannumero). Berna senza Roche e Lötscher (infortunati), Vigier, Morant, Dominic Meier e Adrian Brunner (soprannumero).

Gara-3, sabato 7 aprile
20.15 Berna - Zurigo
Il programma: lunedì 9 aprile, 16h00; ev giovedì 12 aprile, 20h415; ev. sabato 14 aprile, 20h15; ev. martedì 17 aprile, 20h15.

SPORT: Risultati e classifiche


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 18:49:55 | 91.208.130.86