Segnala alla redazione
Noah Zygmont
Da quando aveva 13 anni, la radio è la sua passione. Oggi è la sua professione.
SWITZERLANDERS
25.06.2019 - 08:000

«È bello sapere di avere un posto nella vita della gente»

Da quando Gian-Andri Carl è in grado di pensare, la radio è il suo mondo. Nonostante gli studi, fare il presentatore radiofonico resta la sua passione

COIRA (GR) - Gian-Andri batte al PC le ultime righe del suo intervento. Le scorre un’ultima volta. Poi fa un bel respiro e si mette a suo agio sulla sedia. Al momento di andare in onda, la spia «On Air» si accende e Gian-Andri si rivolge al microfono: «Buongiorno, oggi nei Grigioni il tempo è ottimo e la situazione sulle strade è tranquilla. Al microfono per voi c’è Gian-Andri Carl».

Ecco come partecipare
Vuoi realizzare insieme a noi il film per il cinema «Switzerlanders»? Allora prendi il cellulare o una videocamere e condividi con noi il tuo punto di vista personale sul nostro paese, la tua vita, i tuoi sentimenti e pensieri in uno o più video. Le riprese possono avere una lunghezza illimitata, ma devono assolutamente essere girate in formato orizzontale. Il giorno delle riprese, che rappresenterà un giorno normalissimo in Svizzera, è il 21 giugno. Più informazioni sul progetto e le modalità di partecipazione sono disponibili su switzerlanders.20min.ch

Il ventenne ha saputo fare del suo hobby una professione e oggi è un presentatore radiofonico. Una passione iniziata quando aveva solo 13 anni. «Il primo studio me lo sono costruito per conto mio in cameretta. All’inizio avevo solo un microfono e un mixer, poi ho acquistato sempre nuovi gad­get fino ad avere uno studio quasi professionale». Dopo cinque anni di trasmissioni da casa, Gian-Andri voleva però fare un passo avanti. Così decise di fare domanda per condurre un programma per i giovani su Radio ­Südostschweiz. «Ma la mia domanda non arrivò mai. Per fortuna pensai di chiedere informazioni, altrimenti oggi forse non sarei qui». Dopo, Gian-Andri realizzò un programma per i giovani grigionesi. Finché i responsabili non gli offrirono un posto in una vera grande radio. «In me hanno visto un potenziale e così mi hanno dato una chance». Oggi, a 20 anni, è un membro fisso del team di presentatori radiofonici.

Per Gian-Andri, sapere che molta gente ti sta ascoltando dà una sensazione speciale. «Non sai esattamente chi sono, ma sei comunque in contatto diretto con gli ascoltatori. È bello sapere di avere un posto nella vita della gente». La disponibilità dell’informazione nei Grigioni e in altre regioni periferiche della Svizzera gli sta particolarmente a cuore: «Credo che sia molto importante che tutte le zone del nostro paese dispongano di una corretta informazione. Anche in una regione periferica come i Grigioni bisogna tutelare il giornalismo».

Nonostante ami lavorare con un pubblico ristretto, il suo sogno - come quello di ogni presentatore radiofonico - è passare a un’emittente più grande. «Forse un giorno ce la farò». Nel frattempo, in autunno Gian-Andri inizierà gli studi in diritto ed economia. «Sarebbe certamente bello lavorare a tempo pieno per una radio, ma voglio avere in tasca una laurea nel caso che prima o poi mi venga voglia di fare qualcosa di diverso». La passione per la radio, però, rimarrà.

Il video di Gian-Andri per «Switzerlanders» si trova su 20min.ch

«Switzerlanders» è un progetto culturale di Tamedia

Il regista Michael Steiner spiega il progetto:

I consigli del regista Michael Steiner:

 

Noah Zygmont
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 08:39:05 | 91.208.130.89