Segnala alla redazione
Ti-Press Sara Solcà
Da Andrea Fazioli a Franco Buffoni: il programma della prima serata di Poestate.
CANTONE
26.05.2019 - 06:000

Il programma della prima serata di Poestate

Giovedì 30 maggio il tema è "Città fantasma": una spedizione al confine tra prosa e poesia

LUGANO - La prima serata dell'edizione 2019 di Poestate, che prenderà il via giovedì 30 maggio alle 18, avrà come tema "Città fantasma": una spedizione al confine tra prosa e poesia. Una serata in collaborazione con Rsi Rete Due, produzione a cura di Sandra Sain. Interverranno Andrea Fazioli, Yari Bernasconi, Stefano Moccetti, Franco Buffoni, Prisca Augustoni e Azzurra D’Agostino.

Andrea Fazioli - Nato a Bellinzona nel 1978, è autore di diversi romanzi. Tra le sue pubblicazioni più recenti "Il giudice e la rondine" (Guanda, 2014), "La beata analfabeta" (San Paolo, 2016), "L’arte del fallimento" (Guanda, 2016, Premio La Fenice Europa e Premio Anfiteatro d’Argento), "Gli svizzeri muoiono felici" (Guanda, 2018) e la raccolta di racconti "Succede sempre qualcosa" (Casagrande, 2018). Vive a Bellinzona.

Yari Bernasconi - Nato a Lugano nel 1982, è autore tra le altre cose delle raccolte poetiche "Non è vero che saremo perdonati" (nell’Undicesimo quaderno italiano di poesia contemporanea,
Marcos y Marcos, 2012), "Nuovi giorni di polvere" (Casagrande, 2015, Premio Terra Nova della Fondazione Schiller e Premio Castello di Villalta Giovani) e "La città fantasma" (Nervi, 2017).
Vive nei dintorni di Berna.

Stefano Moccetti - Nato a Lugano nel 1995, intraprende lo studio della chitarra all’età di nove anni. Dopo gli studi liceali continua lo studio dello strumento presso il Conservatorio della Svizzera italiana sotto la guida del Maestro Lorenzo Micheli, ottenendo il diploma di Bachelor. Attualmente, sempre seguito dal Maestro Micheli, si appresta a concludere il secondo anno di Master in Music Performance presso il CSI.

Franco Buffoni - Nato a Gallarate nel 1948, è considerato uno dei più importanti poeti italiani viventi. Tra le sue ultime pubblicazioni il volume antologico "Poesie 1975-2012" (Oscar Monda-
dori, 2012), le raccolte poetiche "Jucci" (Mondadori, 2014), "Avrei fatto la fine di Turing" (Donzelli, 2015) e "La linea del cielo" (Garzanti, 2018), i romanzi "La casa di via Palestro" (Marcos y Marcos, 2014) e "Il racconto dello sguardo acceso" (ivi, 2016), il quaderno di traduzioni "Una piccola tabaccheria" (ivi, 2012) e il libro-intervista "Come un polittico che si apre" (ivi, 2018). Vive a Roma.

Prisca Agustoni - Nata a Lugano nel 1975, è autrice tra le altre cose del volume antologico "Poesie scelte (2000-2012)" (Ladolfi, 2013), della raccolta di racconti "Cosa resta del bianco" (Gabriele Capelli, 2014) e – più recentemente – delle raccolte poetiche "Un ciel provisoire" (Samizdat, 2015) e "Diario di bordo" (Mazza, 2015). Scrive in italiano, portoghese e francese. Vive fra la Svizzera e il Brasile.

Azzurra D’Agostino - Nata a Porretta Terme (Emilia-Romagna) nel 1977, è autrice tra le altre cose delle raccolte poetiche "D’aria sottile" (Transeuropa, 2011), "Versi dell’abitare" (nell’Undi-
cesimo quaderno italiano di poesia contemporanea, Marcos y Marcos, 2012), "Canti di un luogo abbandonato" (SassiScritti, 2013, Premio Carducci) e "Alfabetiere privato" (LietoColle, 2016),
oltre che di diversi albi e libri per l’infanzia. Vive sull’Appennino.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-23 18:03:46 | 91.208.130.85