Segnala alla redazione
TiPress
CANTONE
13.05.2019 - 06:010
Aggiornamento : 23.05.2019 - 17:53

Verso Poestate '19, nel nome della grande cultura

Mancano poco più di due settimane alla 24esima edizione di Poestate, in programma dal 30 maggio al 1. giugno nel Patio del Palazzo Civico di Lugano, con un After, il 2 giugno, al Bar Laura

LUGANO - È tutto pronto per l’edizione 2019 della rassegna luganese che - in collaborazione con Rsi ReteDue - il 30 maggio alle 18 si aprirà con “Una spedizione al confine tra prosa e poesia - Città fantasma”, a cura di Sandra Sain, e vedrà protagonisti, tra gli altri, Andrea Fazioli e Yari Bernasconi.

È la seconda serata della manifestazione, quella del 31 maggio, in ogni caso, a preannunciarsi assai effervescente: dopo alcuni dialoghi, reading e presentazioni di nuovi libri e lavori è attesissimo, alle 21.30, il primo dibattito pubblico organizzato in Ticino sulla politica culturale - tema che sta particolarmente a cuore ad Armida Demarta, fondatrice e direttrice artistica del festival - dal titolo “Cultura di stato e cultura indipendente tra autoreferenzialità e apertura”.

Un dibattito - a cui Demarta si augura possano prendervi parte autorità comunali, cantonali e federali - per «una politica culturale armoniosa e realmente inclusiva, atta a valorizzare lo straordinario potenziale culturale e artistico della Svizzera italiana». Relatori saranno la stessa Armida Demarta, Renato Martinoni (professore di letteratura presso l’Università di San Gallo), Jean Olaniszyn (operatore culturale, nonché fondatore del Museo Hermann Hesse), Roberto Raineri-Seith (compositore di musica elettronica e fotografo), Sandra Sain (produttrice responsabile Rsi Rete Due), Arminio Sciolli (operatore culturale de Il Rivellino LDV Art Gallery), Marco Solari (presidente Locarno Film Festival) e Noah Stolz (curatore e critico d’arte indipendente).

Poestate proseguirà il 1. giugno, con un’intera serata dedicata alla Beat Generation. Dopodiché, per la prima volta in assoluto nella storia della manifestazione, il giorno successivo, il 2 giugno, si sperimenterà un After - curato da Mirko Aretini - al Bar Laura di Lugano, con un reading - a cui parteciperanno diversi ospiti - e un’edizione speciale del Ticino Poetry Slam.

Info: poestate.ch

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 01:27:19 | 91.208.130.86