Archivio Depositphotos
GIORNATA DELLA BUONA AZIONE
29.05.2021 - 10:300

Fatevi ispirare da queste buone azioni!

Oggi 29 maggio si celebra la seconda Giornata della buona azione. Basta un gesto per aiutare il prossimo

ZURIGO - Per una buona azione basta poco. Si tratta di un gesto dalle mille sfaccettature: da un sorriso a un passante a un impegno più concreto, come del volontariato a favore dei bisognosi. “Fare del bene e ispirare gli altri!”: è questo lo slogan per l'odierna Giornata della buona azione, un'iniziativa promossa da Coop e pensata per motivare tutti a fare un gesto per gli altri.

La “Giornata della buona azione” è un’iniziativa di Coop.

Fare del bene e ispirare gli altri!

È con questo motto che in vista del prossimo 29 maggio in tutta la Svizzera faremo insieme delle buone azioni. Puoi pianificarne una anche tu, da solo, con la tua famiglia, la tua associazione o la tua organizzazione. E condividila con l’hashtag #GiornataDellaBuonaAzione su Instagram, TikTok, Facebook o Twitter. Tutti i contenuti condivisi e altre informazioni sulla “Giornata della buona azione” li trovi qui.

20 minuti è media partner.

Non soltanto oggi, ma tutti i giorni. Ed è così che nelle scorse settimane su tio/20minuti abbiamo presentato diverse persone di tutte le età che hanno fatto del bene. Per esempio Sarra, una bambina di cinque anni che lo scorso marzo è riuscita a evitare un dramma familiare: la sua nonna era svenuta al freddo durante una passeggiata, ma lei è corsa a cercare aiuto. La nonna è convinta che in questo modo le abbia salvato la vita.

La ticinese Anita ci ha invece parlato dei suoi polipetti all'uncinetto: si tratta di pupazzi colorati che da poco più di un anno realizza per un'associazione che si occupa di aiutare le famiglie bisognose. I polipetti vengono messi nei box-culla per i bebè i cui genitori non possono permettersi di acquistare una cameretta. Sinora ne ha realizzati almeno cento (per ognuno ci vogliono circa sei ore). Ma Anita sottolinea: «Compiere atti di gentilezza non deve essere uno sforzo».

Oggigiorno le buone azioni possono passare anche dai social network. È il caso del gruppo Facebook “Hilfe mit Herz für Menschen in Not Schweiz” che mette in contatto le persone bisognose e i benefattori. Lo ha creato, assieme a un'amica, la turgoviese Mara Silvestri. E sinora ha permesso di prestare un aiuto 10'376 volte. Da un buono della spesa a vestiti. Una casalinga racconta di aver potuto fare un regalo di compleanno al figlio proprio grazie a un buono ricevuto da un utente del gruppo.

Poi c'è chi decide di partire per dedicarsi completamente a chi ha bisogno d'aiuto. Un'esperienza, questa, fatta dalla ventenne argoviese Abril: scossa dall'esplosione che nell'agosto 2020 ha devastato la capitale libanese Beirut, ha dapprima raccolto fondi sul web poi ha deciso di recarsi direttamente sul posto assieme al suo ragazzo. «Siamo andati di porta in porta per aiutare».

Antonio Chiarella ci ha invece raccontato la sua esperienza come “angelo“. Settimanalmente dedica due serate a chi ha bisogno d'aiuto sul nostro territorio. E lo fa in qualità di City Angel dell'omonima associazione di volontari di strada d'emergenza presente a Lugano, Chiasso e presto anche a Mendrisio. Un'attività che richiede impegno, ma che ti ripaga «con esperienze arricchenti»

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-16 12:52:34 | 91.208.130.85