Segnala alla redazione
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
20.10.2019 - 12:260

Possibili cambiamenti a sinistra agli Stati

PPD e PLR rimarranno le principali forze nella Camera dei Cantoni

BERNA - Urne chiuse, spazio allo spoglio. Verosimilmente l'elezione del Consiglio degli Stati, che probabilmente si protrarrà fino al 24 novembre con gli ultimi ballottaggi, comporterà qualche cambiamento a sinistra. PPD e PLR rimarranno le principali forze nella Camera dei Cantoni.

I volti nuovi saranno parecchi dato che 19 dei 46 "senatori" non si ricandidano. Tra questi figurano otto dei tredici rappresentanti del campo rosso-verde. E per la Neue Zürcher Zeitung le maggiori minacce di mancata rielezione pesano proprio sul PS.

Anche i politologi dell'istituto Sotomo di Zurigo, guidato da Michael Hermann, che la settimana scorsa hanno pubblicato la valutazione dell'azione politica dei 246 parlamentari federali su una scala sinistra-destra, predicono un lieve spostamento verso destra della Camera dei Cantoni, che era peraltro scivolata a sinistra nella passata legislatura.

Per questi politologi zurighesi, la ragione risiede nel fatto che oltre ai "senatori" del PS, tra coloro che non si ricandidano figurano esponenti del PPD e del PLR che si sono profilati un po' più a sinistra. Il caso più sintomatico riguarda l'uscita di scena del consigliere agli Stati del PLR Raphaël Compte (NE) che, su una scala da -10 (estrema sinistra) a +10 (estrema destra), nei quattro anni a Berna ha ottenuto un voto di -5,7. Sarà quasi certamente sostituito dal consigliere nazionale Philippe Bauer (+3,7).

In tre Cantoni, l'elezione agli Stati è cosa già fatta. In Appenzello Interno alla fine di aprile la Landsgemeinde ha eletto l'ex consigliere nazionale Daniel Fässler (PPD), che ha già assunto ufficialmente la carica a inizio giugno. È subentrato a Ivo Bischofsberger, pure del PPD, che ha lasciato l'incarico dopo tre legislature.

A Nidvaldo è stato eletto tacitamente l'uscente Hans Wicki (PLR), agli Stati dal 2015, noto al pubblico nazionale perché l'anno scorso si era presentato con Karin Keller-Sutter per succedere a Johann Schneider-Ammann in Consiglio federale.

In Obvaldo, l'uscente democristiano Erich Ettlin (PPD), alla Camera dei Cantoni dal 2015, in assenza di altre candidature, è pure stato rieletto tacitamente.

Le elezioni in questi tre piccoli cantoni prefigurano quello che con ogni probabilità sarà comunque il dato principale dell'elezione agli Stati: PPD e PLR rimarranno forti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 19:25:40 | 91.208.130.87