Segnala alla redazione
Ti Press
SVIZZERA
23.09.2019 - 12:330

Votare risulta difficile per 320'000 ciechi e ipovedenti

La Federazione svizzera dei ciechi e ipovedenti invita il Consiglio federale a introdurre quanto prima il voto elettronico per ovviare ai problemi del sistema attuale

BERNA - Le persone non vedenti e ipovedenti non potranno partecipare alle elezioni federali in maniera autonoma, a causa delle disposizioni vigenti. La Federazione svizzera dei ciechi e ipovedenti invita il Consiglio federale a introdurre quanto prima il voto elettronico per ovviare ai problemi del sistema attuale.

La segretezza delle urne non è garantita per chi ha gravi problemi di vista poiché deve essere assistito da un'altra persona. Questo contravviene all'articolo 5 capoverso 7 della Legge federale sui diritti politici che garantisce la segretezza del voto. Il voto elettronico, testato nel cantone di Basilea Città, ha permesso invece a non vedenti e ipovedenti di partecipare autonomamente a elezioni e votazioni evitando loro di dover riempire a mano i documenti di voto.

La Federazione si rammarica che lo scorso giugno il Consiglio federale abbia deciso di abbandonare il voto elettronico e lo invita a riconsiderare la sua decisione. Un sistema di voto elettronico consentirebbe alla Svizzera di soddisfare i requisiti della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e della Legge federale sull'uguaglianza delle persone con disabilità, sottolinea un comunicato.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 16:51:41 | 91.208.130.86