Samuel Iembo
BELLINZONA
12.04.2021 - 09:290

Chi pensa ai neogenitori?

Samuel Iembo, Candidato Nr. 38, Lista 2 - Unità di Sinistra, Bellinzona

BELLINZONA - Le problematiche familiari sono una priorità che non può non essere tenuta in considerazione dalle istituzioni in maniera minuziosa e attenta. In una società molto frenetica, in cui la socialità diminuisce sempre più e aumentano in maniera inversamente proporzionale le pressioni lavorative, ecco che molti giovani (e non) si trovano in difficoltà a gestire la propria vita in maniera tranquilla.

Non possiamo più vedere la famiglia come un nucleo al cui interno vi sono ruoli prestabiliti: non è la donna a prendersi cura dei figli, né l’uomo a “portare a casa il pane”. La distruzione dei ruoli di genere è imprescindibile nella nostra società, ma porta con sé dei problemi non di poco conto. Se prima ci poteva essere un certo equilibrio nella crescita dei figli, oggi non è più così, soprattutto per le madri e i padri single, e a maggior ragione per chi fa fatica e non può permettersi di non lavorare per dedicarsi alla famiglia.

Soprattutto le giovani madri sono spesso lasciate a sé stesse per l’assenza di un aiuto comunale o cantonale per i figli. Gli asili nido presenti, oltre ad essere pochi, sono tutti privati e poco accessibili ai ceti più bassi.

Se l’obiettivo finale dev’essere quello di un’armonizzazione cantonale delle reti di aiuto e delle strutture come gli asili nido, il comune non può esimersi dal considerare degli aiuti finanziari per quei genitori che si affacciano all’età adulta e che sono in difficoltà, al fine di permettere loro di pagare le rette degli asili nido e gestire la carriera e il tempo libero senza che la costruzione di una famiglia rappresenti più un peso che una gioia. Ciò è importante anche per la crescita equilibrata dei figli, che hanno bisogno di molte cure e attenzioni che verrebbero a mancare da parte di genitori già stressati dai ritmi frenetici della nostra società.

Un’attenzione particolare va rivolta anche a garantire dei salari dignitosi a operatori e operatrici del settore, aumentando altresì la capienza delle strutture e la capacità di azione delle associazioni che si occupano di accompagnare i genitori nella crescita dei propri figli.

È quindi importante che il comune di Bellinzona diventi pioniere di una politica sociale a favore delle neo-famiglie per un’armoniosa crescita demografica della città, rendendola sociale e sostenitrice nei confronti delle componenti familiari.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 12:45:55 | 91.208.130.86