Tommaso Gianella
LUGANO
01.04.2021 - 14:390

Piste ciclabili e mobilità lenta: un vantaggio per tutti e per Lugano

Tommaso Gianella, Lista 6 candidato 28 al Consiglio Comunale di Lugano

LUGANO - Grazie alle biciclette elettriche spostarsi nel territorio del Luganese è diventato più semplice e agevole. Questo importante passo tecnologico è una grande opportunità per migliorare la nostra vita quotidiana. Per me e per molti infatti la bici elettrica è già diventato il mezzo di trasporto con cui recarsi al lavoro e compiere gli spostamenti di ogni giorno in un modo pratico e rispettoso dell’ambiente.

Dare la possibilità di spostarsi in bicicletta, crea benessere sia all’individuo, che fa attività fisica, sia alla collettività, perché più biciclette significa meno auto in circolazione, meno traffico, meno colonne, meno inquinamento (anche acustico), meno problemi di parcheggio, ecc. Anche dal profilo educativo l'uso della bici è importante, perché permette di proporre ai propri figli autonomia e responsabilità nel muoversi da soli tra le loro numerose attività quotidiane (scuola, sport, attività, ecc.) favorendo la crescita di giovani adulti intraprendenti e responsabili.

È fondamentale badare agli aspetti legati alla sicurezza affinché l'uso della bicicletta si possa diffondere, ciò che implica la realizzazione di una rete di piste ciclabili ancora più completa e ramificata, con percorsi laddove possibile separati dal traffico veicolare. Ciò renderebbe Lugano ancora più bella da vivere, sicura negli spostamenti e attrattiva anche per un turismo di qualità. Sono certo che quando ci sarà la possibilità di muoversi con la bicicletta in sicurezza, sia all'interno della città (tra i quartieri di Lugano) sia all'esterno (nei collegamenti con i Comuni circostanti), molte più persone ne approfitteranno. Dire: “costruiremo le piste ciclabili quanto ci saranno i ciclisti” non è lungimirante perché non si coglie l’occasione di educare le nuove generazioni a spostarsi in maniera più adeguata ed efficace.

In moltissime città nel mondo si è approfittato della pandemia per sviluppare dei sistemi di mobilità responsabile e all’avanguardia cercando di rendere gli spazi urbani più belli e vivibili. Se eletto nel Consiglio comunale di Lugano, mi impegnerò affinché si affronti lo sviluppo sistematico di questo tipo di mobilità. Siamo stufi che la nostra bellissima Lugano sia ostaggio quotidiano di un traffico rumoroso e invadente. Desideriamo che Lugano diventi una delle prime città in Svizzera quanto a collegamenti ciclabili sicuri: è un obiettivo ambizioso ma alla nostra portata. Certamente possiamo prendere ispirazione da altre città, ma dobbiamo anche avere il coraggio di progettare delle novità che diventino un punto di riferimento per la mobilità lenta cittadina. La prossima legislatura è l’occasione di conciliare meglio pedoni, ciclisti e automobilisti con l’obiettivo di avere una città accogliente e pulita, bella non solo per il luogo dove sorge, ma anche per le sue scelte architettonico-urbanistiche: un salotto in riva al lago.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-31 13:56:32 | 91.208.130.85