Ti Press
LUGANO
21.03.2021 - 11:400

Liberate l’ex Macello, anche Bellinzona intervenga

Maruska Ortelli, candidata uscente CC Lugano, Lega dei Ticinesi

LUGANO - Il Municipio di Lugano, anche se a stretta maggioranza (ma questa è la democrazia) ha deciso la scorsa settimana che il Molino deve tornare nelle mani della Città entro venti giorni. Il mio plauso va all’Esecutivo cittadino che ha ascoltato le voci dei cittadini che non potevano più sopportare di essere tenuti in scacco da quattro lazzaroni figli di papà. Ora dobbiamo attendere, come anticipato dal Governo Ticinese, le mosse a livello del Cantone: la palla è nel campo di Palazzo delle Orsoline. L’auspicio è quello che anche a Bellinzona si continui sulla strada appena tracciata da Lugano e si smetta di foraggiare queste persone senza arte né parte. Esempi positivi di autogestione, in Svizzera, ce ne sono. Lugano non figura certamente tra queste. Cos’hanno fatto infatti, in tutti questi anni, i cosiddetti Molinari? Nulla! Si sono chiusi all’interno delle loro quattro mura, ottenendo sovvenzioni su sovvenzioni, ma non hanno mai restituito nulla, nemmeno a livello sociale. Saranno giorni duri, dove si dovrà tenere alta la guardia: le teste calde sono imprevedibili, ma noi non le temiamo. Le nostre istituzioni, la nostra polizia, è pronta a difendere la libertà di tutti. Non solo di chi si professa di ampie vedute, sociale, ma che in fondo pensa solo al proprio tornaconto. Andiamo avanti e liberiamo l’Ex Macello dalle sgrinfie di questa pseudo-autogestione... fallimentare. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-22 08:37:57 | 91.208.130.87