ti.mammeCrescere «è una cosa da Bing!»

28.11.22 - 08:00
La magia di un cartone animato a misura di bambino
Imago
Crescere «è una cosa da Bing!»
La magia di un cartone animato a misura di bambino

Ci volevano un coniglio ed il suo amico panda per raccontare la verità sui bambini e la loro quotidianità. E quel coniglio è Bing, un animaletto dalle caratteristiche umane che con il suo tutore Flop, un coniglio di pezza, affronta la vita vera, muovendosi tra le scoperte quotidiane. Il personaggio è il protagonista di un fortunato cartone animato nato dalle storie ideate da Ted Dewan, scrittore britannico ed narratore delle avventure di Bing e dei suoi amici. Il successo dei libri invogliò la rete la CBeebies a creare il cartone animato che in due stagioni e 104 episodi complessivi ha conquistato prima i pargoli inglesi e poi tutti gli altri, regalando loro un punto di vista reale e convincente.

Il merito di Bing, infatti, è proprio quello di avere il punto di vista a misura di bambino ed il pubblico, la cui età è tra i 2 ed i 6 anni, ama seguire storie raccontate secondo la propria prospettiva, sentendosi direttamente coinvolti dalle situazioni che possono comprendere facilmente perché raccontate in modo reale e pulito, senza mistificazioni. In ogni episodio del cartone animato, il piccolo Bing fa delle scoperte e si confronta con i più diversi aspetti della vita quotidiana, dai fuochi d’artificio ai ghiaccioli, passando per la musica, le bolle di sapone ed i palloncini, per esempio. Ogni nuova esperienza è una grande impresa per quel piccoletto che a fine avventura, dopo aver trovato il modo giusto per venire a capo della nuova situazione in cui si è imbattuto, spiega quanto è accaduto e cosa ha imparato. Tutte le avventure rappresentano una conquista per il paffuto coniglietto, proprio come per i bambini nella vita reale ed è esattamente questo che conquista i pargoli che si rispecchiano in quelle narrazioni.

E questo meccanismo di osservazione, insieme al ritrovarsi nelle situazioni narrate, ha una grande valenza nello sviluppo identitario e cognitivo dei pargoli ai quali vengono offerti semplici strumenti di apprendimento, facili da verificare nella vita reale. Il tutto gioca un ruolo importante nella crescita dei bambini, che allargano competenze relazionali fondamentali, e fornisce anche ai genitori i mezzi per coinvolgere i piccoli nei confronti quotidiani, aiutando al contempo mamma e papà a comprendere quanto impegnative possano essere le scoperte di ogni giorno per i piccoli di casa. Sostenendoli ancor di più in queste fasi importanti della loro crescita. E tutto diventa una cosa a misura di bambino, ovvero «una cosa da Bing!», proprio come dice Flop alla fine di ogni episodio.

COMMENTI