Immobili
Veicoli

ti.mammeSovrappeso o paffutelli: quando il peso diventa un problema?

08.09.22 - 08:00
Riconoscere la gravità degli eccessi aiuta ad avere un sano rapporto con il cibo e prevenire gravi malattie
Deposit
Sovrappeso o paffutelli: quando il peso diventa un problema?
Riconoscere la gravità degli eccessi aiuta ad avere un sano rapporto con il cibo e prevenire gravi malattie

L'obesità rappresenta un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione e alcune forme di tumori. L’aspetto negativo dei chili di troppo diventa maggiore quando riguarda i bambini per i quali le conseguenze del grasso in eccesso ricadono su fegato e pressione arteriosa, compromettono le funzionalità respiratorie ed aumentano la possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari. In una definizione più breve ed efficace: l’eccesso di peso nei bambini compromette le loro condizioni di salute durante la crescita e, poi, da adulti. Senza dimenticare che i piccoli in sovrappeso dimostrano bassa autostima, difficoltà nello studio e nello sport, problematiche psicologiche nell’adolescenza e in età adulta.
È compito dei genitori riconoscere gli eventuali problemi di peso del proprio figlio, parlando di soggetto in sovrappeso e non di bimbo paffutello, perché rendere più bella una definizione non ne cambia il significato e la realtà dei fatti. La consulenza del pediatra permette a mamma e papà di stimare esattamente il livello di sovrappeso del proprio bambino e d'intervenire in modo mirato per aiutarlo a tornare in forma in modo corretto. Un’alimentazione sana e bilanciata e un’adeguata attività fisica sono i due aspetti fondamentali di un corretto stile di vita e per riuscire a metterli in pratica facendoli diventare la normalità, i genitori devono, come sempre, dare il buon esempio e rendere l’esercizio fisico una componente fissa della routine quotidiana. Se mamma e papà seguono un’alimentazione bilanciata, sarà più facile per i bambini imparare a mangiare correttamente, così come un’ora di attività fisica svolta anche dai genitori e magari insieme ai figli rendere l’esempio molto più convincente ed efficace.
Da ricordare, inoltre, che un bambino in sovrappeso deve fare sport per lo stesso tempo di un bambino più magro perché i suoi chili di troppo gli faranno consumare naturalmente più calorie. Giocare a palla, andare in bici, arrampicarsi sono attività valide e divertenti per ogni bambino. Preferire cibi di qualità per ogni pasto della giornata e procedere gradualmente nei cambiamenti indispensabili nella scelta degli alimenti. Ovviamente se al bambino si raccomanda di consumare quotidianamente almeno cinque porzioni di verdura e frutta, mamma e papà non devono ingozzarsi di merendine, biscotti o bibite gassate. Fa bene a tutti i componenti della famiglia mangiare tranquillamente a tavola senza distrazioni di telefoni e computer e per i bambini sarà utile scegliere piatti meno capienti di quelli degli adulti così da non esagerare con le porzioni che, comunque, non dovranno mai essere costretti a mangiare contro voglia.

COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE TI.MAMME