Immobili
Veicoli

TI.MAMMECosa farò da grande: passione infantile, speranza genitoriale

13.11.21 - 08:00
Anche i sogni più ambiziosi dei piccoli possono diventare realtà, senza pressioni da parte dei genitori
Deposit
Cosa farò da grande: passione infantile, speranza genitoriale
Anche i sogni più ambiziosi dei piccoli possono diventare realtà, senza pressioni da parte dei genitori

Probabilmente anche Claude Nicollier da bambino dichiarava di voler fare l’astronauta diventando poi l’unico cosmonauta svizzero da oltre quarant’anni. Questo a dimostrazione che i sogni dei piccoli possono diventare realtà, magari anche grazie all’aiuto di genitori ed adulti di riferimento in genere. Una delle domande poste più frequentemente ai bambini riguarda proprio il loro futuro lavorativo: «cosa vuoi fare da grande?» è una domanda semplice e ottima per stimolare i piccoli a riflettere su interessi ed abilità personali. Si tratta, quindi, di un quesito educativo che otterrà una risposta fantasiosa o consapevole a seconda dell’età del piccolo interlocutore.

Veterinario, cuoco, poliziotto, cantante, pompiere, pilota, dottore o proprio astronauta: le risposte possono essere tante, per bambine e bambini indistintamente, e rappresentano le loro aspirazioni che non devono essere sopravvalutate o ridicolizzate dai genitori a prescindere dalla loro ambiziosità. Vietato esaltarsi se il proprio pargolo è bravo a giocare a pallone e sogna di diventare il nuovo calciatore di punta del miglior football club e vietato stressarlo affinché frequenti gli allenamenti, improvvisandosi loro manager agguerriti. Non è sano. Come è preferibile non pressare troppo sulla bambina che sgambetta abilmente nella classe di danza e non nega di voler diventare una ballerina professionista.

Le inclinazioni dei bambini devono essere sostenute con gli strumenti a disposizione, senza però esercitare pressioni eccessive sul loro impegno affinché la loro passione rimanga tale ed il loro impegno possa portare a risultati incoraggianti e durevoli. L’equilibrio tra il sogno di un pargolo e le aspettative di mamma e papà rimane l’aspetto fondamentale di ogni professione nata dalla pratica e dalla cura delle inclinazioni personali. Mentre chiedere insistentemente quali siano i desideri lavorativi per il futuro è opprimente e stressante per i piccoli che devono, invece, conservare la possibilità di pensare in modo spensierato a quello che vorrebbero diventare da grandi. Costruire il proprio futuro con la possibilità di coltivare una passione specifica rimarrà in questo modo una importante e piacevole realizzazione personale.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram