Deposit
TI.MAMME
03.06.2021 - 08:000

Camper e bambini: si può tentare l’avventura?

Quali sono gli aspetti da non trascurare per una vacanza in piena libertà con i più piccoli

Viaggiare in camper è da sempre sinonimo di libertà e indipendenza e, forse per questo, l’idea di farlo con i bambini fa sgranare gli occhi. E invece, udite, udite!, bambini e camper possono essere un binomio vincente. In tempi post pandemia, inoltre, molte famiglie hanno optato per il camper come soluzione alternativa ai soliti soggiorni in alberghi e villaggi, per poter contare su una dimensione più familiare lontano da assembramenti e spazi condivisi. L’autonomia offerta da un camper, in effetti, non ha eguali, con tutti i pro e i contro delle situazioni, sostenuti o risolti dalle comodità e dalle soluzioni sempre più sofisticate offerte da queste mini case viaggianti. Ma come organizzarsi per una vacanza in camper con prole al seguito? 

Prima di tutto avvalersi della regola «un boccone per volta», quindi no ad una vacanza lunga in prima battuta! Meglio cominciare con i fine settimana da fare – più d’uno! – in preparazione alla vacanza vera e propria. Una sorta di allenamento che serve ad abituarsi alla nuova idea di viaggio e soggiorno e a testare le capacità di adattamento dei più piccoli. Tenendo a mente qualche accorgimento sarà tutto più facile. Partendo dal presupposto che in un camper lo spazio è limitato sarà fondamentale fornirsi delle cose necessario eliminando tutto ciò che è superfluo: via libera, quindi, ai bagagli essenziali, con indumenti comodi, e alla spesa intelligente, con tanti cibi in scatola e a lunga scadenza. Qualche regola sarà necessaria per assicurarsi una vacanza in sicurezza: ai bambini dovranno essere indicati i confini entro i quali muoversi tranquillamente con il divieto assoluto di superarli da soli: che sia l’ingresso del campeggio o l’area piscine, la riva del lago o i l’ingresso al bosco.

Per essere preparati a qualsiasi evenienza è preferibile programmare tutto, comprese le numerose soste indispensabili in presenza di bambini e scegliere un itinerario che possa prevedere fermate interessanti è molto utile. Naturalmente bisognerà fare attenzione a portare giochi per non annoiarsi durante il tempo di viaggio insieme ai documenti necessari per l’espatrio dei bambini nel caso si opti per destinazioni all’estero. Anche la scelta del camper dovrà essere adeguata al «formato famiglia» e, quindi, la scelta più opportuna è quella di un mansardato con un letto ampio posto sulla cabina di guida, una specie di nido che, quasi sicuramente, i piccoli sceglieranno come proprio spazio preferito.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-16 13:00:36 | 91.208.130.87