Deposit
TI.MAMME
17.05.2021 - 08:000
Aggiornamento : 19.05.2021 - 15:26

Do you speak English? Ich spreche Deutsch. Wěidà de!

I vantaggi del bilinguismo, caratteristica della società contemporanea

Il variopinto sistema multiculturale che caratterizza il nostro tempo, dà adito a molti cambiamenti ed altrettanti dubbi su ciò che può essere considerato insolito o, al contrario, normale. Soprattutto quando di mezzo ci sono i bambini. Tradizioni, abitudini, costumi possono essere più o meno incidenti nella vita quotidiana di ogni pargolo che potrà andare in giro indossando una tunica, mangiando il riso con le bacchette o rifiutando di mangiare del prosciutto senza destare troppo stupore. Ma se il piccoletto sarà in grado di parlare due lingue, in qualche luogo potrà essere guardato con stupore neanche avesse evocato l’antica babele. L’atteggiamento un po’ retrogrado, in realtà e per fortuna (oseremmo dire), è prerogativa di pochi ancora, perché un bambino che parla fluentemente altre lingue oltre a quella del Paese in cui vive più che meraviglia desta ammirazione ed un pizzico di invidia bonaria se le ha imparate grazie alla differente lingua madre dei genitori, invece che studiando come gli altri. 

I figli bilingui, infatti, sono sempre più frequenti a tutto vantaggio della loro elasticità mentale e di una migliore formazione. Per comprendere il fenomeno pienamente, bisogna prima di tutto intendersi sul concetto di bilinguismo che è simultaneo, se il piccolo apprende due lingue diverse sin dalla nascita, o consecutivo, se esse vengono apprese una dopo l’altra durante l’infanzia. Questa condizione genera di solito alcune obiezioni alle quali serve fornire una corretta spiegazione.

"Il bilinguismo sforza il cervello ed il piccolo impara male entrambe le lingue": In realtà i bambini apprendono ogni lingua senza difficoltà, in modo talmente spontaneo da poter essere paragonato al camminare e crescere imparando e parlando due o più lingue può essere vantaggioso dal punto di vista mentale oltre che linguistico.

"Il bilinguismo è utile solo per determinate lingue". È esattamente il contrario perché tutte le lingue, a prescindere dal fatto che siano di minoranza o di prestigio, rappresentano una risorsa molto importante per lo sviluppo delle competenze dei bambini utili, anche in età adulta, a contrastare l’invecchiamento cerebrale.

Da questo a credere che i bimbi bilingui siano dei genietti, ovviamente, ce ne passa: con il bilinguismo il loro cervello si sveltisce, ma non diventano più intelligenti. Tirando le somme: la conoscenza di due o più lingue per i bambini è un valore aggiunto ed assolutamente non una limitazione o una stranezza. Le famiglie nelle quali si parlano lingue diverse devono favorirne l’apprendimento da parte dei propri figli e se invece la lingua parlata è solo una, ma si vuole che i propri bambini ne imparino altre, li si può iscrivere ad una scuola bilingue mostrando interesse e partecipazione per il suo apprendimento scolastico.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-16 13:20:40 | 91.208.130.87