Deposit
TI.MAMME
14.04.2021 - 07:000
Aggiornamento : 11:21

Calo ponderale: quando è eccessivo?

Allattamento difficoltoso e malattie possono incidere sulla perdita di peso del neonato

Viene definito fisiologico perché accade a tutti i neonati o quasi, ma il calo ponderale dopo la nascita è un avvenimento da monitorare attentamente. I neonati, infatti, nei primi giorni di vita sono soggetti ad una perdita di peso che poi viene ripreso nelle 2 o 3 settimane seguenti. A provocarlo sono i cambiamenti nello stile di vita del bambino che passa dall'ambiente protetto del pancione, in cui ha a disposizione tutto ciò di cui ha bisogno, a quello esterno, nel quale consuma calorie anche per piangere. Naturalmente il peso perso è proporzionale a quello del neonato al momento della nascita e può essere al massimo pari al 10% di esso. Se la perdita di peso, però, è superiore al 10% diventa patologica e deve essere controllata per evitare il rischio disidratazione. Superato il rimedio dell'integrazione con latte artificiale che può comportare un'interruzione precoce dell'allattamento al seno per riduzione della produzione di latte materno, risulta più opportuno indagare le cause di quel calo ponderale eccessivo. Bisogna ricordare prima di tutto che alla base di eventuali incongruenze potrebbe esserci anche un errore del peso iniziale, suscettibile di molti fattori: dal ritardo nella prima poppata all'eccessiva somministrazione di liquidi alla madre, dal mancato contatto pelle a pelle subito dopo il parto all'emissione di urina o meconio o alla sua assenza. Cause di eccessiva perdita di peso legate ad infezioni o malattie del neonato o della madre fortunatamente sono rare, ma non vanno escluse, quindi è necessario sempre escludere problemi di salute, con visite accurate, e un difficile inizio dell'allattamento. Da ricordare che il recupero del peso del bambino andrà calcolato sempre partendo dal peso più basso raggiunto durante il calo e, se ci sono stai problemi iniziali, il peso della nascita sarà raggiunto in un tempo maggiore di 2 settimane. Inoltre, se dovesse essere necessaria l'integrazione con formula artificiale, bisogna assicurarsi che l'allattamento non venga mai sospeso. Ed anche se può sembrare scontato, il consiglio è quello di pesare il piccolo sempre sulla stessa bilancia.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-06 12:04:37 | 91.208.130.86