Deposit
TI.MAMME
10.04.2021 - 08:000

Concepimento e gravidanza: le verità scientifiche

Calcolare esattamente la data del parto è possibile?

Per definizione, il concepimento è rappresentato dall'unione tra ovulo e spermatozoo che genera l'embrione. Intorno a questo avvenimento si sono assiepate diverse convinzioni, derivanti da certezze scientifiche e credenze mitologiche, che hanno contribuito a far sorgere dubbi tra i genitori e gli aspiranti tali. Premesso che la fecondazione può essere spontanea o assistita, solitamente i quesiti sorgono rispetto al processo naturale ed il primo interrogativo riguarda il momento in cui avviene il concepimento: subito dopo il rapporto o qualche giorno dopo? Una risposta certa non c'è: gli spermatozoi possono sopravvivere sino a 72 ore dopo un rapporto e devono trovare la cellula uovo per poterla fecondare, quindi la donna deve essere nel suo periodo fertile, che dura due giorni dal quattordicesimo del ciclo.

Assodata questa combinazione di circostanze, l'inizio della gravidanza non coincide con la data del concepimento, bensì con la settimana successiva all'inizio del ciclo precedente la fecondazione. Tutto questo arrovellamento di solito è finalizzato a prevedere la data del parto da parte delle future mamme. Ma neanche questo è possibile, come sottolinea la dottoressa Lilia Morabito (pediatra). Essendo complicato stabilire con esattezza il momento del concepimento, è altrettanto difficile individuare quello del parto tanto che, a livello internazionale, è stato stabilito che la data del parto venga determinata dopo 40 settimane dal primo giorno dell'ultima mestruazione, con un margine di errore di circa 15 giorni. Per di Se, nel dubbio, si volesse provare a capire se possa esserci stato concepimento, confidando in qualche sintomo significativo, è inutile indagare, almeno nell'immediatezza dell'evento. 

Nausea, mal di testa, crampi addominali, tensione al seno arrivano dopo un tempo imprecisato dal concepimento la cui prima effettiva conseguenza è l'innesco ormonale dal quale deriva tutto. L'unico vero segnale dell'inizio di una gravidanza rimane l'interruzione delle mestruazioni. Chi è in cerca di una gravidanza potrà considerare qualche accorgimento per favorire il concepimento. Dato per scontato il totale benessere fisico e psicologico dell'aspirante mamma, bisognerà prima di tutto effettuare un corretto monitoraggio dell'ovulazione, per l'individuazione dei giorni fertili, meglio se fatto con metodo scientifico per l'attendibilità delle indicazioni ottenute. In definitiva, accantonate le pratiche acrobatiche delle gambe a candela e dei cuscini sotto il bacino per favorire il concepimento, rimane l'unica certezza dei controlli medici che scongiurino possibilità di complicazioni o semplici infezioni che possano ostacolare il concepimento o il proseguimento di una gravidanza.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-10 06:39:01 | 91.208.130.86