Deposit
TI.MAMME
19.11.2020 - 08:000

Stop fast fashion per il bene di tutti

Rinunciare o almeno limitare la moda veloce a basso costo è possibile e necessario

Si chiama fast fashion perché definirla moda usa e getta sembrava inopportuno, ma la sostanza è quella. La definizione riguarda tutti - tantissimi! - i capi di abbigliamento e gli accessori presenti sul mercato a costo bassissimo. Sono allettanti perché permettono di non spendere troppo e togliersi qualche sfizio, ma... hanno un «ma» grande come il mondo e tutta la gente che lo abita! Perché dietro l'industria fast fashion c'è una moltitudine di lavoratori sottopagati, la quasi totale assenza di norme di sicurezza, materiali utilizzati scadenti e sistemi di lavorazione altamente inquinanti. Perché spendere poco per la produzione e vendere a prezzi bassi per invogliare i compratori è l'inevitabile binomo di guadagno per le aziende. 

Il risultato finale, però, è un oggetto che costa poco e dura pochissimo. E si butta senza eccessivi rimpianti. Nelle mani di ogni consumatore, fortunatamente, c'è la soluzione a questo circolo vizioso di opere ed intenti minacciosi per il bene collettivo. Sono proprio i consumatori, infatti, a poter fare la differenza in questo sistema, magari evitando di comprare a prezzi bassissimi o almeno sottraendosi allo shopping compulsivo in regime di fast fashion. Per risparmiare davvero ci sono altre alternative, prima fra tutte il comprare usato. Prima di storcere il muso con disappunto, bisogna pensare che è solo una questione di abitudine e che ogni capo, prima di essere venduto, è stato adeguatamente pulito e nulla vieta di sanificarlo ulteriormente prima di indossarlo. 

Da non dimenticare gli armadi di nonne e zie, ricchi di capi unici e bellissimi che possono essere riadattati e resi più moderni con piccolissimi interventi. E poi ci sono gli swap parties, le feste dello scambio: incontri durante i quali i partecipanti portano abiti ed accessori che vorrebbero scambiare con quelli degli altri. L'occasione può essere ghiotta e non solo per il buffet a disposizione degli ospiti!  E se di un capo ha stancato solo il colore o la lunghezza, si può tingerlo in modo naturale o accorciarlo. Le alternative sono tante e fantasiose e se, invece, si vuole mantenere un profilo à la page, basta comprare meno, consentendosi un buon capo destinato a durare, e poi prendersene cura anche con lavaggi adeguati.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-02 20:01:37 | 91.208.130.86