Deposit
TI.MAMME
03.11.2020 - 08:000
Aggiornamento : 14:01

L'umorismo dei piccoli

Le risate rendono i bambini più sani e felici

Ridere è sempre un ottimo modo per comunicare e creare connessione, anche con i bambini. Il pargolo che sghignazza quando gli si bacia il pancino o quando vede il cane saltellare gioioso davanti alla ciotola piena, comunica gradimento e dimostra connessione con quello che gli accade intorno. Oltre ad emozionare mamma e papà che si commuovono per ogni gesto, verso o progresso di quell'accumulatore di attenzioni che è la loro creatura. E ridere è alla base del senso dell'umorismo, ovvero della capacità di riconoscere le cose divertenti che aiuta ad essere spontanei, a non prendersi troppo sul serio, ad avere prospettive diverse ed a pensare anche oltre il convenzionale. Tanti vantaggi che rendono anche i bambini più sereni e positivi, più socievoli e meno arrendevoli. I bambini ridono spesso e per gli adulti, a volte, è difficile capire perché stiano ridendo, visto che l'umorismo varia con l'età. 

Se i più piccoli ridono davanti a facce buffe e rumori insoliti, perché percepiscono la felicità di chi hanno di fronte e vi si aggregano, tra 1 e 3 anni la situazione cambia. A questa età si capisce il concetto del «fuori posto» e, quindi, appare divertente una girandola indossata dal papà al posto della cravatta o la mamma che raccoglie i capelli usando una matita (anche se questo più che divertente e pratico e lo capiranno più in là!). Tra i 3 ed i 5 anni, invece, arriva la cognizione del «fare finta» che permette ai bambini di capire anche l'ironia come quella che c'è dietro l'espressione «ne sarà felice la mamma!» detta dal papà al cospetto della maglietta, appena messa, macchiata di colore, gelato, terra o qualsiasi altro elemento insudiciante che i bambini son capaci di trovare in ogni posto. L'importante è allenare la capacità di ridere dei bambini, perché questo rende più facile comprendere le battute e l'ironia. 

Sorridiamo quando loro ci sorridono e ridiamo con loro, coinvolgiamoli in scherzi e battute e valorizziamo il loro umorismo, circondiamoli di libri, fumetti e programmi divertenti. Un ambiente solare è importante come lo è segnare un limite che aiuti i bambini a capire quando l'umorismo è inopportuno oppure offensivo: basta non ridere in questi casi e spiegare ai piccoli il motivo, evidenziando che ridere a scapito degli altri non è divertente e rappresenta una mancanza di rispetto. In definitiva, se consideriamo che ridere fa bene ed aiuta ad affrontare meglio ansia e stress, è evidentemente preferibile coltivare il senso dell'umorismo già nei più piccoli, per aiutarli a rendere la propria vita più piacevole e divertente.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 21:27:23 | 91.208.130.86