Deposit
TI.MAMME
07.09.2020 - 08:000

Dimmi cosa disegni e ti dirò chi sei

L'importanza dell'interpretazione delle rappresentazioni grafiche dei bambini

Il disegno è il miglior mezzo di comunicazione usato dai bambini, soprattutto per esprimere emozioni che non sono ancora in grado di descrivere con le parole. Tutto quello che un bambino ferma su un foglio bianco traduce, quindi, l'esternazione di un'emozione o di un pensiero, perché associare un colore ad uno stato d'animo è più facile ed efficace di tante parole. Non cadiamo, però, nella trappola della psicologia spicciola, perché anche l'interpretazione dei disegni può essere effettuata correttamente solo da specialisti del settore. Vietato quindi improvvisarsi esploratori dell'animo dei piccoli attraverso due segni colorati su un pezzo di carta, anche se resta fondamentale prestare attenzione ad eventuali campanelli d'allarme.

Quali sono, quindi, gli aspetti da non sottovalutare nei disegni dei bambini? Colori, spazio e tratto sono i tre elementi basilari. La scelta del verde, per esempio, può indicare serenità o ribellione, mentre i colori caldi come rosso e giallo, esprimono curiosità, e quelli freddi come il blu ed il viola riflettono timidezza. La posizione del disegno porta con sé un'altra serie di significati: a pieno foglio indica fiducia in se stesso; in alto è espressione di una fuga dalla realtà; a sinistra manifesta paura del futuro. Linee curve e ben definite, invece, manifestano capacità di adattamento, fiducia nel prossimo, socievolezza e determinazione. Al contrario, tratti irregolari e titubanti possono essere sinonimo di paura di sbagliare, ansia e, persino, aggressività. Ma non solo. 

Il disegno delle figure umane equivale alla percezione che il piccolo ha di sé: figure piccole sono sinonimo di insicurezza, testa grande di egocentrismo, occhi grandi di curiosità, gambe lunghe del desiderio di crescere e troppo corte della ricerca di protezione. Se quella disegnata è la famiglia, la figura disegnata per prima è quella più ammirata dal bambino, quella troppo piccola rappresenta un rivale, mentre membri assenti o cancellati sono espressione di rifiuto o gelosia. Gli alberi sono simbolo del rapporto con la propria interiorità: le radici sono il legame con la famiglia, il tronco se grande riflette narcisismo, se proporzionato indipendenza, se sottile introversione. E per finire il sole, che è associato alla figura paterna: più è grande e splendente migliore è la relazione con il papà, e viceversa.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-20 09:19:22 | 91.208.130.89