Deposit
TI.MAMME
03.06.2020 - 08:000

Quando lo zucchero fa male

Le malattie determinate dall'eccessivo consumo di saccarosio

Torte, pizze, focacce: tutti hanno ironizzato sui quantitativi industriali di lievito venduti durante il lockdown imposto dall'emergenza coronavirus, ma pochi sanno che anche lo zucchero è andato a ruba in quel periodo. In realtà, rinchiusi in casa per la quarantena, non ci siamo rivelati solo provetti panificatori, ma anche consumatori compulsivi di zucchero. Dalla vicina Italia, per esempio, arriva la notizia dell'utilizzo di ben 30 milioni di chili di questo prodotto durante l'isolamento, un quantitativo impressionante pari ad un aumento del 50% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato. 

Un dato che si traduce in un aumento di peso per adulti e bambini ed in una realtà preoccupante: ne risultiamo tutti più malati. Malattie cardiache, diabete di tipo 2, colesterolo alto ed obesità, infatti, sono patologie non trasmissibili, ma riconducibili alle grandi quantità di zucchero assunte e metabolizzate che portano nell'immediato un aumento della glicemia con sovraproduzione di insulina. Questo processo ripetuto nel tempo provoca obesità ed infiammazione dell'organismo ed alla lunga causa le malattie croniche già citate ed altre quali sindrome metabolica, alcuni tipi di cancro e l'invecchiamento della pelle.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:40:13 | 91.208.130.87