Segnala alla redazione
Deposit
TI.MAMME
02.02.2020 - 08:000

Più spazio ai bambini: due incontri con Francesco Tonucci

I due appuntamenti sono in programma il 6 e 7 febbraio

Il pedagogista e ricercatore Francesco Tonucci sarà protagonista di due eventi promossi dal Dipartimento della sanità e della socialità, per il tramite dell'Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG), in occasione dell’anno di festeggiamenti per il trentesimo anniversario della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo.

Il primo evento, durante il quale si terrà la presentazione del progetto internazionale 'La città delle bambine e dei bambini, una nuova filosofia di governo delle città', si terrà giovedì 6 febbraio 2020 alle ore 17:40 presso il Centro Rehoboth di Rivera. 

In qualità di responsabile del progetto, Tonucci proporrà una riflessione sul tema della promozione della partecipazione dei bambini al governo della città e sull’importanza di restituire autonomia di movimento ai bambini negli spazi urbani. È una serata dedicata principalmente ai rappresentanti comunali e tecnici in quanto il progetto ha un preciso intento: promuovere un cambiamento di paradigma, assumendo il bambino quale parametro di riferimento per il governo della città e come garante delle necessità di tutti i cittadini. 

La partecipazione è gratuita previa iscrizione online al sito www.ti.ch/lacittadeibambini 

 

Il giorno seguente, venerdì 7 febbraio 2020, è in programma una giornata di studio rivolta ai professionisti del ramo: 'Il diritto del bambino al gioco e al tempo libero'. Dalle 8:45 alle 16:00 presso il Teatro Centro Sociale dell'OSC a Mendrisio.

La giornata, che sarà introdotta dal consigliere di Stato Raffaele De Rosa, ha lo scopo di stimolare una riflessione sul ruolo fondamentale del gioco e del tempo libero nella vita e nello sviluppo di ogni bambina e bambino. Costituirà inoltre l’occasione di intraprendere un "viaggio" attraverso le vignette di Frato per affrontare alcuni temi legati all’educazione infantile, familiare e scolastica e per riflettere su alcuni articoli della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo.

La tappa più importante della vita è senza dubbio quella dell’infanzia: nei primi giorni, mesi, anni i bambini costruiscono le fondamenta sulle quali baseranno le conoscenze, le relazioni, le abilità che li accompagneranno per tutta la vita. Ciò avviene anche attraverso il gioco. Una famiglia, la scuola o una città che intende incoraggiare un corretto sviluppo dei cittadini più piccoli deve dunque permetterlo e favorirlo. Perché il gioco sia considerato tale occorrono alcune condizioni: poter uscire di casa senza adulti; incontrare amiche e amici; avere del tempo libero e avere a disposizione uno spazio adeguato. Le proposte di gioco e di spazi sono tuttavia spesso poco adeguate alle necessità delle bambine e dei bambini.

Possibilità di frequentare solo la mattina o la giornata intera. Programma e iscrizioni sul sito www.atan.ch.

  

 

 

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 20:05:20 | 91.208.130.85