Segnala alla redazione
TIMAMME.CH
02.10.2019 - 08:000

Un aiuto concreto per chi soffre di disturbi specifici dell’apprendimento

L’Associazione DSA e ADHD Ticino (ADAT) si occupa di Disturbi Specifici dell’Apprendimento e del Disturbo da Deficit di Attenzione con o senza Iperattività

 

Oggi vi parliamo dell’Associazione DSA e ADHD Ticino (ADAT) e lo facciamo con la vicepresidente dell’associazione, Camilla Pastori, che è anche tutor dell’apprendimento specializzato in DSA ed è titolare dello studio didattico Hangar74 di Caslano.

Cosa sono i DSA?
Un disturbo specifico dell’apprendimento è una neurodiversità, cioè una caratteristica, di un individuo che ne compromette una o più funzioni fondamentali per l’apprendimento quali lettura, scrittura e calcolo in assenza di deficit cognitivi, sensoriali, neurologici, relazionali e sociali.

Quindi ci tengo a sottolineare che le persone con disturbi specifici dell’apprendimento non imparano a leggere, scrivere correttamente e/o fare di conto perché il loro funzionamento non glielo permette e non perché siano pigre. Sono inoltre intelligenti per definizione: se il loro quoziente intellettivo globale fosse sotto la media, infatti, non potrebbe essere diagnosticato un DSA.

Cos’è l’ADHD?
Il Disturbo da Deficit dell’Attenzione è un disturbo evolutivo del neurosviluppo. Con l’aggettivo evolutivo si intende che il disturbo evolve nel tempo e non che sia presente solo in età evolutiva dell’individuo.

Esso include difficoltà di attenzione e concentrazione, di controllo degli impulsi e del livello di attività motoria. Lo si definisce anche come una disabilità delle funzioni esecutive e cioè memoria di lavoro, organizzazione, pianificazione, attivazione e autocontrollo.

Questi problemi derivano sostanzialmente dall’incapacità del bambino di regolare la propria attenzione in funzione del trascorrere del tempo, degli obiettivi da raggiungere e delle richieste dell’ambiente. L’ADHD non è una normale fase di crescita che ogni bambino deve superare, non è nemmeno il risultato di una disciplina educativa inefficace, e tanto meno un problema dovuto alla cattiveria del bambino.

L’ADHD è un vero problema, per l’individuo stesso, per la famiglia e per la scuola, e spesso rappresenta un ostacolo nel conseguimento degli obiettivi personali.

Particolarmente difficile da individuare è l’ADHD senza iperattività. I bambini con questa caratteristica infatti tendono a sognare ad occhi aperti e ad aver difficoltà di concentrazione, ad essere distratti e disorganizzati senza manifestare iperattività, impulsività eccessiva o comportamenti esuberanti.

Come mai ADAT si occupa di entrambi questi disturbi?
È molto raro trovare bambini con disturbi isolati, mentre è più frequente trovare quadri eterogenei in cui più DSA convivono nello stesso individuo, non di rado anche con l’ADHD: difficoltà di lettura e di calcolo, di scrittura e di attenzione, ecc. In questo caso si parla di comorbidità dei diversi disturbi.

Avete qualche evento in programma prossimamente?
Si, il 21 ottobre presso le scuole medie di Pregassona ci sarà la prima conferenza sulla discalculia in Ticino organizzata in collaborazione con il laboratorio per DSA “Il Punto” di Lugano. All’evento parteciperanno in qualità di relatori Paola Ciccocioppo Jaumin (tutor dell’apprendimento specializzata in DSA e titolare del laboratorio Il Punto), Anna Benenti (tutor dell’apprendimento specializzata in discalculia) e il Dott. Giuseppe Foderaro (Neuropsicologo dello sviluppo e dell’età evolutiva presso l’EOC di Lugano).

Inoltre, durante le vacanze d’autunno (28, 29 e 30 ottobre) presso il CPS di Cugnasco-Gerra ci saranno diversi momenti formativi rivolti a ragazzi, genitori e docenti organizzati sempre in collaborazione con Il Punto. In particolar modo i corsi “Quale metodo di studio?” e “La discalculia”, saranno offerti gratuitamente ai docenti, i quali potranno richiederne il riconoscimento tramite l’apposito formulario di richiesta di partecipazione ad una formazione continua.

Quali possono essere riferimenti utili per le famiglie sul territorio?
Sicuramente il servizio di sostegno scolastico dell’istituto frequentato e la sezione di pedagogia speciale di Bellinzona.
Altri contatti sicuramente utili sono:

  • Il dipartimento Crescita, Sviluppo e comportamento dell’EOC di Lugano guidato dal Dr. med. Pezzoli
  • Il Medicentro Lema da poco attivo a Caslano, nel Malcantone
  • Per la logopedia la ALOSI (Associazione Logopediste della Svizzera Italiana)
  • Per i servizi di tutoring specializzato, oltre ai già citati laboratorio Il Punto di Lugano (diretto da Paola Ciccocioppo Jaumin) e ad Anna Benenti, segnaliamo Paola Roberta Sironi Migliore e lo studio didattico specializzato Hangar74 di Camilla Pastori a Caslano.

Per sostenere l’Associazione?
Si può contribuire con un versamento libero o con la quota associativa di 30 CHF sul conto:

Banca Raiffeisen Piano di Magadino
CH24 8028 0000 0036 3806 1
CCP 65-2072-1 CB 80280
ADAT – Associazione DSA ADHD Ticino
Via Centro Sportivo 12°
6596 Gordola

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 17:05:00 | 91.208.130.89