Segnala alla redazione
TI.MAMME
23.09.2019 - 08:000

Una giornata al Museo FIFA

Adatto ai bambini, ma anche a chi non è proprio un appassionato. L'esperienza di Augusta di Mini Me Explorer

 

Il Museo FIFA di Zurigo farebbe felice qualsiasi bambino che ama il calcio. Ma, a sorpresa, anche i genitori che di calcio masticano poco. Ecco l'esperienza di Augusta di Mini Me Explorer

Il Museo FIFA di Zurigo è adatto anche a chi non è proprio un super appassionato di calcio?
«È uno di quei progetti milionari che sfociano in un museo moderno, tecnologico e interattivo e soprattutto non scontato. È adatto anche a chi non è super appassionato... anzi, anche a chi il calcio proprio non lo capisce. Il pianterreno ed il piano -1 sono dedicati alla storia del calcio ed in particolare alla coppa del mondo (la vedrete esposta!). Ci sono magliette di tutte le nazionali, le prime rudimentali scarpe da calcio, i sedili degli stadi più famosi…».

Cosa è piaciuto in particolare ai bambini?
«A mio figlio è piaciuto in particolare il piano superiore, quello dei giochi interattivi, dove ognuno può registrarsi e dimostrare le proprie abilità di calciatore: potenza del tiro, precisione, tecniche di dribbling. Non si vince nulla, mai bambini si divertono un sacco».

E cosa ai genitori?
«Volete la verità? Guardare gli altri... o meglio, quel gruppetto di 20enni americani nel flipper gigante. Sembravano essere ritornati bambini: sorridenti, rumorosi, impegnatissimi a segnare reti e a gareggiare l'uno contro l'altro. Anche i bambini, quel giorno, si sono fermati a guardare quegli adulti strani che non si comportavano da adulti».

 

Per approfondire clicca qui

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 16:56:25 | 91.208.130.89