Segnala alla redazione
TI.MAMME
11.03.2019 - 08:000
Aggiornamento : 15:24

"Siamo fatti così", una serie che affascina ancora oggi grandi e piccini

Lo sapevate che la serie è stata coprodotta anche dalla Rsi? E che il primo episodio risale al 1987?

 

Ancora oggi immagino il mio cervello, il mio sangue, i miei neuroni, come quando avevo 10 anni, vale a dire come veniva presentato e raccontato magistralmente nel cartone animato “Siamo fatti così”. Globuli rossi che trasportano l’ossigeno dietro la schiena, vitamine, microbi e virus che cercano di entrare nelle pareti per farmi ammalare, pattugliatori e anticorpi che accorrono in aiuto.

Un cartone animato che ha ormai 32 anni, e che è riuscito ad affascinare due generazioni, e non solo i bambini. Ci teneva incollati davanti al televisore per tutta la puntata (c’erano anche le videocassette, chi se le ricorda?), e a scuola facevamo un figurone.

Ma il cartone non è andato in pensione, e oggi viene ancora trasmesso, per il piacere di bimbi e genitori.

Ecco alcune curiosità:

  • La serie è stata co-prodotta dall’allora Tsi e dalla Televisione della Svizzera romanda.
  • Ed è per questo che la prima versione tradotta in italiano è stata trasmessa dall’allora Tsi nel 1987 (stesso anno in cui uscì la versione originale in francese). In Italia uscirà solamente due anni dopo (e in questi giorni la serie festeggia i 30 anni).
  • Il cartone animato versione italiana è conosciuto con più titoli: la più famosa è “Siamo fatti così” (titolo ideato da Mediaset), ma esistono anche le versioni della DeAgostini “Esplorando il corpo umano” e “C’era una volta la vita: la favolosa storia del corpo umano”, titolo con cui uscì sulla Tsi, e che riprende il titolo originale francese “Il était une fois… la Vie" (C’era una volta… la Vita).
  • L’ideatore del cartone animato era Albert Barillé, produttore e autore televisivo, sceneggiatore e fumettista francese. Le musiche invece sono di Michel Legrand, compositore con all’attivo più di 200 colonne sonore e vincitore di tre premi Oscar e 5 Grammy (nominato 27 volte). Gli arrangiamenti sono stati curati dal musicista e compositore Michele Centonze, all’epoca chitarrista di Jovanotti.
  • La serie fa parte di un gruppo più ampio, che comprende altre serie con gli stessi personaggi: "C’era una volta l’uomo", "C’era una volta lo spazio", "Grandi uomini per grandi idee (invenzioni e inventori)", "C’era una volta la Terra",...
  • Nella versione italiana viene dato un ordine diverso agli episodi, perché i primi (seguendo l’ordine della vita) parlavano della riproduzione sessuale. Non si voleva dare l’impressione che il cartone parlasse solo di questi argomenti.

E poi, come scordare la bellissima sigla cantata da Cristina d’Avena? (La prima versione lanciata nella Svizzera italiana manteneva però la canzone originale francese).

 

Alessandra del TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-23 09:28:50 | 91.208.130.86