Immobili
Veicoli
Ti Press
ULTIME NOTIZIE ti.mamme
TI.MAMME
7 ore
Faccende domestiche: primo passo verso l’autonomia dei bambini
I lavori di casa rendono i piccoli adulti di successo, autonomi ma inclini alla collaborazione
TI.MAMME
1 gior
Le foto che non ti ho chiesto…di vedere
La brutta abitudine di soffocare gli ospiti con immagini e video del bebè
TI.MAMME
2 gior
La crescita del bebè nel primo anno di vita
Triplica il peso ed aumenta l’altezza, ma ogni bambino ha il suo ritmo
TI.MAMME
3 gior
Musica in cuffia: bello, ma pericoloso
Alcune accortezze per evitare gravi rischi per l’udito dei giovani
TI.MAMME
4 gior
Cosa c'è dietro alla difficoltà dei bambini a separarsi dagli oggetti
Peluche transizionali e tecnica del non attaccamento nei normali processi di crescita
ti.mamme
5 gior
Riparte la programmazione di Minimusica per i più piccoli
Mercoledì va in scena lo spettacolo "Diritti e rovesci" della Compagnia Teatro Tan di Biasca
TI.MAMME
5 gior
Pasta di sale e fantasia per il divertimento dei bambini
Un’idea semplice per allenare la manualità dei piccoli con un piacevole passatempo
TI.MAMME
5 gior
Intrattenimento creativo: decorare le finestre di casa con i bambini
Un’occasione divertente per trasgredire con il permesso (e l’aiuto) di mamma e papà
TI.MAMME
1 sett
Motricità fine: la manualità dei bambini passa nella cruna di un ago
Cucito e tessitura sono i primi esercizi utili alla conquista dell’autonomia dei piccoli
ti.mamme
1 sett
Il vaccino in gravidanza protegge sia la mamma che il bambino
Lo ha dimostrato uno studio dell'Università di Edimburgo, che si è concentrato su 4'950 donne in gravidanza
TI.MAMME
1 sett
Bambini: una buona giornata comincia dalla colazione
Circa il 20% del fabbisogno energetico quotidiano dei piccoli arriva dal pasto mattutino.
ti.mamme
1 sett
L'allattamento al seno protegge le donne dalle malattie cardiache
Lo ha confermato uno studio coordinato dall'Università di Innsbruck
TI.MAMME
1 sett
Spezie ai bambini: via libera dell’OMS
Sì all’utilizzo degli aromi nell’alimentazione dei piccoli, ma anche quelli piccanti?
CANTONE
06.02.2019 - 11:360

«Lavoro e famiglia sono compatibili»

Il direttore del DSS Paolo Beltraminelli ha presentato la Modifica del Regolamento della Legge per le famiglie

BELLINZONA - «Non è solo un aiuto contro la povertà, ma è un sostegno tangibile alla compatibilità lavoro-famiglia». È con queste parole che Paolo Beltraminelli ha presentato le modifiche apportate dal Consiglio di Stato del Regolamento della Legge per le famiglie (Riforma cantonale fiscale e sociale).

Un «patto sociale» a 360 gradi, che coinvolge non solo gli enti pubblici e le famiglie, ma anche il mondo economico (imprescindibile se si parla di lavoro) e quello sindacale, che stando alle parole del direttore del DSS si è detto entusiasta delle misure che garantiscono «un miglior riconoscimento dei lavoratori».

In concreto, la riforma prevede un aumento del prelievo sulla massa salariale a carico dei datori di lavoro dello 0.12% inizialmente e dello 0.20% quando tutte le misure saranno adottate. Ciò che porterà nelle casse cantonali oltre 20 milioni di franchi supplementari. Soldi che permetteranno di agire con più strumenti, dall’assegno parentale, al sostegno alle famiglie, dal potenziamento del sostegno ai famigliari curanti alla sensibilizzazione aziendale: «L’importo non dev’essere visto come una tassa, ma come un investimento nelle risorse umane», ha sottolineato Beltraminelli.

La famiglia non è un ostacolo - Oltre alla compatibilità lavoro-famiglia, i motivi che hanno spinto ad adottare queste modifiche sono stati anche quelli di incentivare la famiglia (il Ticino è infatti il cantone svizzero con la più bassa natalità), rispettare l’aspetto territoriale (le strutture di prima infanzia sono maggiormente legate al luogo di lavoro e non di domicilio come la scuola dell’obbligo), una miglior socializzazione (ambiente accogliente è importante) e migliori condizioni di lavoro. Durante la conferenza stampa di presentazione, si è poi messo l’accento sui tre tipi di strutture di prima infanzia esistenti: i nidi (0-3 anni), i centri extrascolastici (durante la scuola dell’obbligo) e le famiglie diurne. Ognuno dei quali ha visto un incremento dell’utenza e di conseguenza dei costi.

Novità - Alcune novità saranno l’introduzione del concetto di micronido (per 5-10 bambini, di cui al massimo 4 con meno di un anno, aperti almeno 15 ore alle settimana), un maggior aiuto alle strutture attraverso dei sussidi e soprattutto un maggior aiuto alle famiglie, ognuna delle quali, dal 1° ottobre, beneficerà di un risparmio di 200 franchi. 530 franchi per chi beneficia dei sussidi di cassa malati, «siamo il cantone più generoso della Svizzera», mentre i beneficiari degli assegni di prima infanzia dovranno pagare solo i pasti dei figli che si recheranno nei nidi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
elvicity 2 anni fa su tio
si giusto, un padre di famiglia dovrebbe essere in grado di mantenere la sua famiglia. Forse se hai la 'fortuna' di avere un marito che ha un impiego in una struttura cantonale, statale ecc. questo è possibile. Ma a mio avviso è una battaglia persa caricare ulteriormente i datori di lavoro con nuove tasse. Già veniamo spremuti come degli aranci o limoni e ogni aumento lascia solo l'amaro in bocca.
skorpio 2 anni fa su tio
parole parole parole... e comunque è inutile mettere cerotti sulle arterie che sanguinano.... occorre agire prima. se ci fossero meno licenziamenti e condizioni migliori di lavoro, un padre di famiglia potrebbe e dovrebbe essere in grado di mantenere la famiglia che si è costruito, senza obbligare la moglie a lavorare, o viceversa. ma finché votiamo gente che sono direttori/membri.. di società, banche etc... non si risolverà mai niente..
skorpio 2 anni fa su tio
@skorpio tutti, ma dico tutti ad aprile non devono andare a votare!!
Ecthelion 2 anni fa su tio
E invece è proprio una tassa! Basta tasse!
pillola rossa 3 anni fa su tio
Per non dimenticare Argo1
siska 3 anni fa su tio
Auto convincimento delle buone intenzioni a specchio per le allodole in campagna pre elettorale, mancano sei mesi spero che queste persone non le veda più nemmeno in immagine sugli articoli di Tio. Poi sarà il popolo che deciderà io so già chi votare e NON votare.
roma 3 anni fa su tio
...e chi ci crede più?
biofa 3 anni fa su tio
inizia la campagna elettorale; sino ad aprile promesse poi......
santo 3 anni fa su tio
campagna elettorale e demagogia a-go-go

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-23 15:25:23 | 91.208.130.86