Segnala alla redazione
L'OSPITE
08.10.2019 - 16:000

Una domenica pomeriggio speciale sul lungolago!

Elena Rezzonico, membro comitato PS Lugano

.

Dell’ambiente se ne parla ormai diffusamente da tempo, in particolare da quando quel faccino contornato da treccine, tanto ingenuo e innocente, ma anche tanto determinato da reggere lo sguardo di politici a capo delle maggiori forze mondiali. Tanto che anche certi partiti, che hanno sempre snobbato il tema, etichettandolo come proprio dell’area rosso-verde, ora hanno cominciato a cavalcarlo.

Quella di domenica pomeriggio 13 ottobre sul lungolago di Lugano è un’occasione da cogliere al volo per tutte le fasce della popolazione, per ogni ceto e per qualsiasi orientamento politico.

In primo luogo la marcia invita popolazione e politici a riflettere seriamente sui benefici di una pedonalizzazione del centro cittadino e di uno sviluppo urgente di piste ciclabili, ma rappresenta anche un’opportunità per stare insieme tranquillamente passeggiando senza dover stare “sul chi vive”, perché un’auto o una moto potrebbe urtarti e senza doverti sgolare per farti capire.

Il corteo ciclopedonale, al quale sono invitate a partecipare anche le famiglie e gli anziani, offrirà anche ai più piccoli un momento di svago senza pericoli, dove potranno godere di una domenica di gioco diversa dalle altre. Auspico che genitori e figli prendano spunto da questa manifestazione per sensibilizzarsi al movimento e al camminare all’aria aperta, utilizzando la mobilità lenta (vedi per esempio il tragitto casa-scuola): e ricordo che la “Convenzione ONU sui diritti del fanciullo”, tra i diritti fondamentali, indica il “Diritto ad un ambiente sano”.

In questo evento ciclopedonale ci sarà anche la possibilità di sostare su di una panchina condividendo lo spazio con altre persone, soffermandosi sul panorama che fa da cornice al nostro bel golfo o ammirando le prestigiose facciate dei palazzi che vi si affacciano, magari facendo incontri interessanti con persone di altri popoli, di altre idee, di altre culture. Prendendosi il tempo all’ascolto di storie nostrane o che raccontano di vissuti provenienti dall’altra parte del mondo; insomma parlare con la gente e non della gente. E per una volta anche le persone con problemi di deambulazione, in carrozzella o semplicemente meno giovani non dovranno affannarsi per poter giungere all’altro lato della strada con il semaforo arancione, se non già rosso.  

In conclusione lancio un messaggio a tutti, commercianti compresi: il lungolago senza auto non porterà via i clienti. Non serve un’auto per trasportare uno dei vostri prestigiosi sacchetti (rigorosamente riciclabili): anzi grazie alla pedonalizzazione il nome del vostro negozio sarà più visibile ai potenziali acquirenti.

Per questi motivi, ma non solo, l’appuntamento è in Piazza Luini (LAC) domenica 13 ottobre, partenza alle 14.30.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 11:09:13 | 91.208.130.86