Segnala alla redazione
tipress (Archivio)
ULTIME NOTIZIE Ospite
L'OSPITE
15 ore
GG si conferma il primo movimento giovanile a livello cantonale!
Generazione Giovani PPD Ticino
L'OSPITE
1 gior
Il vento del cambiamento soffia sul Ticino
ForumAlternativo
L'OSPITE
1 gior
L’alleanza rosso-verde vince con i giovani protagonisti!
Gioventù Comunista
L'OSPITE
3 gior
La grande illusione
Giorgio Giacomazzi, segretario di Lega Verde e candidato al Consiglio Nazionale
L'OSPITE
3 gior
Digitalizzazione per tutti, senza privilegi
Andrea Ghisletta, candidato al Consiglio Nazionale PS
L'OSPITE
4 gior
Anche gli over 50 hanno diritto al posto di lavoro
Alessandro Spano, candidato PLR al Consiglio nazionale
L'OSPITE
4 gior
Si può fare
Rocco Cattaneo, consigliere nazionale
L'OSPITE
4 gior
Per le famiglie e il ceto medio: freniamo i costi della salute!
Marco Romano, consigliere nazionale PPD, lista 1 candidato 2
L'OSPITE
4 gior
Basta sfruttare le donne
Olga Jackson, Verdi e Sinistra Alternativa - Donne Lista n.14
L'OSPITE
5 gior
A tutto (bio-) gas!
di Rodolfo Eric Wenner
L'OSPITE
5 gior
“Riforma sociale”: l’ennesimo ricatto a scapito dei cittadini!
Movimento per il Socialismo
L'OSPITE
5 gior
Alptransit, merci, capacità e finanziamento futuro
Bruno Storni
L'OSPITE
6 gior
Il privilegio di decidere
Leonardo Piero Gaetano Bussi, UDC Ticino
L'OSPITE
6 gior
Utili della BNS da usare a vantaggio dei cittadini
Lorenzo Quadri, Consigliere nazionale, Lista 8 candidato 2
L'OSPITE
6 gior
«Per una Svizzera libera, equa e verde»
Greta Gysin, Candidata Verdi e sinistra alternativa
L'OSPITE
17.09.2019 - 13:000

Zone 30: l'impegno di tutti per garantire la sicurezza

Grossi René, Municipale di Gordola

A Gordola, come in altri Comuni, per aumentare la sicurezza stradale, favorire la mobilità lenta e privilegiare le attività della popolazione rispetto alla circolazione parassitaria si sono implementate le Zone 30. Nelle Zone 30 vengono regolarmente effettuati sia controlli preventivi, che prevedono l'uso del nuovo apparecchio denominato “radar amico” che rileva la velocità dei veicoli e segnala all’utente in tempo reale con un disegno visivo se sta rispettando il limite di velocità stabilito, sia con controlli repressivi.

Inoltre, vi sono diversi percorsi denominati “casa-scuola” che permettono agli allievi di giungere a scuola o alla scuola dell'infanzia in sicurezza, favorendo nel contempo la conoscenza del territorio.

Nell'ambito dell'educazione stradale la Polizia Intercomunale del Piano propone diversi momenti di approfondimento con gli allievi delle scuole. Durante la scuola dell'infanzia vengono trasmesse le prime nozioni di sicurezza stradale, mentre nel primo mese di scuola la polizia spiega agli allievi di 1a elementare il comportamento da assumere sulla strada e i pericoli che possono presentarsi. Con gli allievi più grandi, invece, vengono svolte delle giornate in bicicletta presso il Centro Sportivo di Tenero per accrescere la dimestichezza sulle due ruote.

Le autorità pubbliche stanno dunque cercando di fare tutto il possibile per rendere maggiormente sicuro ogni percorso e istruire bambini e ragazzi sul comportamento da adottare in strada. Ora tocca al singolo genitore avere fiducia nei propri figli e fare in modo che questi vadano a scuola a piedi oppure in bicicletta. Come riportato anche da un articolo del TCS, l'ideale sarebbe che durante le prime settimane i figli venissero accompagnati a scuola a piedi, per poi coordinarsi con altri genitori della zona così da razionalizzare il rapporto adulti/bambini, fino a raggiungere l'obiettivo di percorrere il tragitto casa-scuola da soli così che possano conoscere e vivere interamente il Comune nelle sue magnifiche bellezze. Durante il percorso casa-scuola i bambini hanno poi l'occasione di conoscersi e socializzare. In molti casi, dopo un primo periodo “di rodaggio”, sono proprio loro a chiedere di potersi recare a scuola con fratelli/sorelle, amici o compagni di classe. Un traguardo importante, spesso fonte di grande soddisfazione per i bambini e per i loro genitori.

Purtroppo molti genitori ritengono più sicuro portare il figlio in auto fino alla scuola o nelle sue immediate vicinanze. Questo crea un incremento non indifferente del traffico nelle vicinanze della scuola e genera molta insicurezza fra gli allievi che giungono a piedi e le loro famiglie. Una situazione che con il tempo rischia di innescare un circolo vizioso che porterà altri genitori ad accompagnare i figli in auto o a richiedere che giungano a scuola con il pulmino.

Garantire la sicurezza sulle strade, e in particolare nelle zone sensibili come nelle vicinanze delle scuole, è compito di tutti. Sono convinto che impegnandoci insieme sulla via intrapresa e permettendo ai ragazzi di muoversi in sicurezza sulle strade Comunali permetteremo a tutti di scoprire e conoscere con entusiasmo il territorio della nostra amata Gordola.

Buon inizio di anno scolastico a tutti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 02:39:11 | 91.208.130.85