Segnala alla redazione
L'OSPITE
02.09.2019 - 20:150

La Lega in mezzo al guado...

Donatello Poggi già deputato in Gran Consiglio

.

Che Boris Bignasca, anche se un po’ tanto in ritardo, abbia ragione da vendere l’hanno capita in molti nella Lega, a parte quelli che amano, da sempre, notorietà e poltrone.

Il “politichese” moscio e noioso (una volta si accusavano gli altri di questo) espresso da Borradori e Gobbi (Lega o UDC?) la dice lunga sulla pesante seccatura che hanno causato le parole di Boris.

Eppure è così cari “colonnelli” (c’erano in Grecia una volta …) della Lega post Nano.

Una Lega ormai ripetitiva, noiosa, tassaiola, prevedibile, sempre più arrogante e troppo attaccata al potere è destinata a perdere, poiché questa non era la sua natura.

I quattro o cinque cosiddetti “colonnelli” che menano il torrone in Via Monte Boglia da almeno quattro anni, si sono circondati di nani e ballerine che, alla fine, la gente ha conosciuto per quello che sono.

La Lega in Governo si è limitata ad amministrare e, come tutti gli altri, ad assumere per mantenere i voti. Dice di no?

Il tutto si potrebbe riassumere con la frase: molte poltrone ma pochissime idee vincenti.

Il primo passo falso della Lega, a mio parere, è stato quando, contro la volontà del Nano, i due consiglieri di Stato hanno rifiutato il dipartimento delle finanze (paura o incompetenza?) e il secondo passo falso è la molto poco chiara posizione di Norman Gobbi che, allo stesso tempo, è Lega e UDC.

Quando si esprime il signor Gobbi, parla per la Lega o per l’UDC? Politicamente inaccettabile e anche abbastanza ridicolo.

Insomma, se sentir parlare i vertici della Lega (colonnelli) oggi è ormai come sentir parlare un liberale o un pipidino, perché mai uno dovrebbe continuare a votare Lega? Per la questione UE? Va bene, d’accordissimo, ma non finisce tutto lì.

E con tutti i problemi quotidiani dei cittadini che abitano questo “sfigato” Ticino e che appartengono ai ceti medio/bassi, come la mettiamo?

E qui, a parte i proclami, la Lega si è persa alla grande….

Ad aprile è andata male e ottobre fa paura, si capisce ormai da tempo, ma a tutto c’è un perché e a destra c’è già l’UDC …

Da ultimo vorrei dire a Franco Cavalli - che rispetto perché da sempre persona coerente - che la proposta di un “Ticino cantone a statuto speciale” era già stata ventilata dalla Lega del Nano (io ero allora in Gran Consiglio), attorno agli anni 2008/2009.

Ma erano altri tempi e c’era un’altra Lega; quella che aveva una vera corrente sociale, quella che voleva una 13a AVS per gli anziani in difficoltà, quella che … Appunto!

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 21:48:24 | 91.208.130.87