Segnala alla redazione
Ti Press
L'OSPITE
11.08.2019 - 11:300

Criminale e potenziale assassino

Oswaldo Codiga

Gordola, mio domicilio in Via al fiume, giovedi 8 agosto 2019 … Mancano 5 minuti alla mezzanotte … è una serata splendida … guardo il termometro appeso sul balcone di casa mia e una sottile brezza mi accarezza. Sono meno di 20 ° … una vera favola dopo la grande fastidiosa afa e la calura che ci ha assillato negli scorsi giorni. Sono sull’uscio del mio balcone che si specchia nel bellissimo pozzo sottostante alla strada … sono mezzo dentro e mezzo fuori … guardo il cielo stellato … penso … realizzo di trovarmi in un luogo fantastico … in un oasi di pace ! Quale migliore spunto per me “poeta” che mi porta a scrivere una nuova poesia ? Ci penso … ci ragiono … cerco di memorizzarla con l’idea di scriverla poi il giorno seguente. Ad un tratto però vengo sobbalzato da uno strano rumore … è un veicolo a 4 ruote che arriva da sud di Via al Fiume … noto che si tratta di un auto scura … modello sport … forse una 2 posti … (almeno questo è quello che ho tentato di capire) ! Quello che attira la mia attenzione è la sua velocità che personalmente ritengo scellerata ! Questi affronta la semicurva a pochi metri dall’intersezione tra Via Tratto di Fondo con Via Tratto di Mezzo (la dove praticamente inizia la Via al Fiume) a velocità che ritengo pazzesca.

Per quel poco che ne capisco e che riesco personalmente a capire (non sono un radar) credo che stia viaggiando come minimo sui 100 chilometri orari ! Sono frazioni di secondi … e dopo la semicurva eccola spuntare sul rettilineo dove sempre in modo del tutto criminale colui che guida quell’auto fantasma da di nuovo sull’acceleratore aumentando quindi in modo pazzesco la velocità ! Ma chi sarà mai questo becero imbecille criminale della strada senza buon senso alcuno ? Avrei voluto prendere il numero di targa ma l’altissima velocità non me lo ha permesso ! Ci penso e posso solo credere che questi sia niente altro che un grandissimo pericolo … e quindi un potenziale assassino che gira sulle nostre strade. Un uomo pericoloso che va fermato e messo alle strette. Sinceramente non vorrei essere suo padre, o suo figlio, o suo fratello.

Non vorrei nemmeno essergli vicino di casa in quanto mi sentirei potenzialmente comunque sempre in pericolo costante. Spiegando la presunta velocità sostenuta adottata da questo criminale ho dimenticato di dire che le strade da lui percorse, e cioè Via Tratto di Fondo partendo dall’incrocio con la Via Centro Sportivo e poi in seguito la Via al Fiume sono strade in cui vige anche (come in tutte le altre strade laterali alla Via Centro Sportivo)

il “Divieto di transito” (è pur vero che potrebbe però anche essere un residente, non lo so e sinceramente non mi interessa) ma soprattutto sono strade con la velocità massima consentita di 30 km all’ora ! Sempre spiegando la presunta velocità pazzesca ho pure dimenticato di dire che (per volere delle autorità comunali mai intervenute) sia l’intersezione tra Via Tratto di Fondo con Via Tratto di Mezzo e la dove inizia a sud la Via al Fiume vi è una siepe in piena curva alta oltre 2 metri che preclude totalmente la visibiltà all’incrocio. Poco più verso nord e sempre sulla Via al Fiume all’altezza dell’intersezione tra la stessa via e la Via Tratto di Cima (e sempre per volere dell’autorità comunale in quanto non sono mai intervenute) ci sono degli alberi ad alto fusto a confine della strada in piena curva che, come sopra, precludono totalmente la visibilità. Vorrei ricordare che un 

qualche anno fa tutti i fuochi del comune avevano ricevuto un regolamento (peccato che non ne trovo più la copia !) dove tra l’altro stava scritto che “se entro il tal termine le siepi non verranno regolate ci penserà il comune e verrà inviata la fattura”. Ebbene … parole a vuoto e niente di più falso in quanto non c’è mai stato nessun intervento in tal senso. Gli anni passano … le siepi e gli alberi crescono a dismisura … e l’autorità comunale (visto che non è mai intervenuta) se ne frega altamente ! E questi incroci o intersezioni tra strade senza visuale alcuna non sono gli unici. A pochi metri di distanta da qui vi è l’incrocio tra Via Tratto di Cima e la Via Campagne oltre all’intersezione tra la Via Campagne e la Via Tratto di Cima. Ebbene anche qui le siepi fuori misura la fanno da padrone e inoltre, e questo è il peggio del peggio, avendo introdotto la velocità massima di 30 km orari (che per la salvezza di tutti noi va senz’altro benissimo) certi scenziati da Nobel della scemenza hanno tolto pure i segnali di Stop.

Ma dove sta scritto, dico io, che bisogna eventualmente seguire alla lettera (sapendo di andare contro logica e levando sicurezze) certi regolamenti generali ? Ma quanto può costare il rimettere i necessari cartelli (visibili a tutti per favore e non nascosti tra le siepi troppo alte) e rifare la segnaletica sia verticale sia orizzontale la dove può servire a salvare vite umane ? Vorrei ricordare a chi eventualmente mi leggerà che in passato ho già personalmente inviato diverse segnalazioni di problemi esistenti ma che mai nessuno si è degnato di prendere in considerazione. Tra le altre cose, proprio in data 23.11.2017 (e cioè 2 anni fa) e sempre per problemi di visibilità stradale mancante avevo inviato alle autorità comunali la norma (nazionale) chiamata SN 640 273 (che chiunque se vuole può andare cercare e a leggere in Internet) che come al solito non ha trovato ascolto alcuno ma solo menefreghismo !

Vorrei aggiungere, già che ci sono, che già settimana scorsa un motociclista ha percorso Via al Fiume a velocità altissima verso le 2 dopo la mezzanotte. Non voglio e non posso essere profeta o indovino, sicuramente sbaglio, oppure immagino cose non giuste, ma potrei anche mettermi a pensare che quel motociclista scapestrato di quella notte possa essere lo stesso automobilista criminale di ieri notte. Se non è la stessa persona va comunque messo sulla stessa bilancia degli imbecilli. Ecco perché vorrei che questa mia lettera aperta venga letta da persone con la testa sulle spalle e che magari facciano girare la voce. D'altronde uomo avvisato è mezzo salvato !

Ma quello che più di tutto vorrei è che persone, pedoni, ciclisti, automobilisti, motociclisti e scooteristi onesti e rispettosi delle regole vengano messi tutti in condizione di poter camminare o viaggiare sulle nostre strade senza dover rischiare in ogni momento la vita per colpa di certi beceri imbecilli criminali ! Premetto che questa mattina avrei preferito davvero alzarmi e scrivere una poesia o un pensiero, o ancora un racconto breve come faccio di solito, con negli occhi l’immagine di 4 anatre accovacciate a bordo fiume, con la luna rispecchiata nel pozzo e con le volpi, le faine e alcuni gatti che passeggiano liberamente o sulla strada o sul sentiero sottostante.

Invece mi sono sentito in dovere di denunciare un gravissimo fatto che avrebbe anche potuto creare un qualcosa di molto grave. Io sono prima di tutto un uomo, sono un marito, sono un padre, sono un nonno orgoglioso della mia famiglia e sia per i miei famigliari sia per tutte le altre persone che hanno il pieno diritto di vivere in santa pace voglio sicurezza e tranquillità. Certo … so già che verrò altamente anche criticato per questo mio scritto … so pure che ci sarà chi vorrà dire la sua magari telefonandomi (quindi nascondendosi dietro a una cornetta del telefono dove nessun altro può ascoltare o sentire), oppure inviandomi una e-mail o un messenger (e quindi anche qui nascondendosi dietro a un dito e il tutto per non far sapere agli altri, come già successo in passato da parte di certe autorità per altre mie reclamazioni).

Ebbene no signori … questa volta chi vuole risponda qui in facebook dove tutti lo possono vedere e giudicare ! Chi inceve penserà di farla franca rispondendomi per messenger o per e-mail sappia che ricopierò il tutto e lo pubblicherò qui con tanto di nome e cognome, e sapete perché ? Perché in molti dicono: io fb non lo guardo non mi interessa … e poi invece sono come quegli ipocriti che dicono la stessa cosa di certa stampa domenicale ma poi vanno di nascosto o inviano qualcun altro a prenderne una copia da leggere !

Quello che voglio ancora aggiungere è questo (e non vorrei che venga recepito come una minaccia, tutt’altro) e cioè (sempre sperando vivamente che non capiti mai nulla di grave su queste nostre strade) se un brutto giorno per ipotesi capitasse davvero un incidente grave personalmente sporgerò “denuncia penale per concorso in omicidio” contro l’autorità comunale che non ha mai fatto il suo dovere … e sono sicuro che al mio fianco riuscirò ad avere l’apporto di molta altra gente che semplicemente non vuole trovarsi a vivere costantemente nel pericolo di venire investito da certi imbecilli criminali !

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 15:08:38 | 91.208.130.87