tipress
L'OSPITE
06.06.2019 - 16:540

Pieno sostegno allo Sciopero delle donne

Gruppo Pensionati del Sindacato Unia Ticino

Riunito in assemblea a Bellinzona, il Gruppo Pensionati del Sindacato Unia Ticino e Moesa ha espresso pieno sostegno allo sciopero delle donne del prossimo 14 giugno.

Le motivazioni che hanno spinto le donne a promuovere, su scala nazionale, una giornata dai forti contenuti rivendicativi, sono validissime e affondano le radici in una constatazione di fatto inequivocabile: le donne sono discriminate nella società in generale e sui posti di lavoro in particolare, il loro ruolo non solo viene ritenuto subalterno ma lo è concretamente.

Oltre che legittimo, lo sciopero delle donne è anche legale e di conseguenza vengono respinte al mittente le accuse di agire nell’illegalità rivolte, in maniera non poi tanto velata, alle organizzatrici e alle donne che vi aderiranno. L’illegalità risiede semmai nel mancato rispetto della Costituzione federale, che all’articolo 8 così recita: «Uomo e donna hanno uguali diritti. La legge ne assicura l’uguaglianza, di diritto e di fatto, in particolare per quanto concerne la famiglia, l’istruzione e il lavoro. Uomo e donna hanno diritto a un salario uguale per un lavoro di uguale valore».

C’è ancora tanto da fare per avere una legalità di fatto ed è giusto farlo presente alla classe politica chiamata a decidere e a tutta la collettività, sostenendo con forza lo sciopero delle donne del 14 giugno.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-03 12:03:17 | 91.208.130.86