mobile report Segnala alla redazione
tipress
L'OSPITE
11.01.2019 - 17:000

A2/A13: Niente è scontato (Risposta al sindaco di Gambarogno)

Cleto Ferrari Gran Consigliere UDC

Onorevole Sindaco restiamo sul pezzo! Il primo gennaio del 2020 l’attuale strada dallo svincolo dell’A2 a Bellinzona-sud verso Cadenazzo, Quartino e la galleria che porta a Locarno passerà in mano alla Confederazione, per essa all’Ufficio delle strade nazionali (USTRA). Probabilmente nel 2021-22 si stabiliranno le priorità dei finanziamenti. Lì si giocherà un’importante partita per i tempi di realizzazione di questo collegamento. Considerato che la progettazione A2/A13 è ancora in corso mi sono permesso di portare una valutazione inerente all’efficacia di drenaggio del previsto tracciato in relazione ai volumi di traffico generati in questo comprensorio.

Drenaggio del traffico o meglio costi e benefici viari previsti per il nuovo tracciato che sono alla base delle scelte di realizzazione federali. Dopotutto è dal 1995 che mi occupo delle vicissitudini legate al collegamento A2/A13 e delle varianti 95 e 98!

Il tempismo dell’attuale proposta ai più superficiali potrebbe sembrare pre-elettorale ma ha una motivazione molto chiara. Approfondendo il progetto di semaforizzazione della tratta Cadenazzo-Quartino, di cui sono promotore del Referendum in buona compagnia di Marco Passalia e Bruno Storni, sono giunto alla conclusione che con la prevista semaforizzazione stiamo mandando a Berna un segnale totalmente controproducente alla realizzazione dell’A2/A13.

Inoltre il previsto tracciato dell’A2/A13 manca del necessario drenaggio dell’importante traffico interno generato dalle zone lavorative e commerciali. Essendo sia la progettazione dell’A2A13, sia il progetto di semaforizzazione sotto il cappello del Dipartimento del territorio, ho ritenuto di intervenire e proporre ciò che la Variante 95 e la Variante 98 prevedevano, ossia uno svincolo all’altezza di Contone.

Questo svincolo oltre a non toccare territorio agricolo permetterebbe di convogliare gran parte del traffico generato dalle zone lavorative e commerciali, non da ultimo dalla Cargo Sa, direttamente sulla A2/A13. Così procedendo il traffico verrebbe tolto dall’attuale tracciato che attraversa gli abitati di Cadenazzo, Contone e Quartino. Si accorcerebbero tutti i tempi di spostamento e anche a favore delle zone lavorative. Una tale proposta ritengo rientri nei compiti di una persona eletta per fare l’interesse della gente, lasciando a parte inutili, egoistici personalismi e interessi particolari.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
a2 a13
a2
a13
traffico
svincolo
drenaggio
zone
sindaco
zone lavorative
semaforizzazione
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-24 10:41:33 | 91.208.130.86