BENESSERE
10.10.2011 - 12:390
Aggiornamento : 23.11.2014 - 15:12

I poteri (quasi) magici della curcuma

Viaggio intorno alle molteplici potenzialità della spezia del momento

La curcuma è la spezia del momento. A livello scientifico sono stati pubblicati qualcosa come tremila studi che evidenziano i poteri nutraceutici (funzione e nutrizionale e farmaceutica) della curcumina, molecola attiva di questa spezia e del suo olio essenziale, entrambi con  evidenti proprietà terapeutiche.
La curcuma agisce come  anti-ossidante, anti-infiammatorio, anti-virale e anti-tumorale. Il suo principio attivo è utilizzato, a supporto delle terapie farmacologiche, nel trattamento di patologie neuro-degenerative come l’Alzheimer e il Parkison e in caso di disturbi gastro-intestinali (coliti, malattia di Crohn…).

Le infiammazioni silenti sono oggi una patologia molto diffusa in occidente, e rappresentano lo stadio di avvio nello sviluppo della gran parte delle malattie occidentali (cardiovascolari, polmonari, neurologiche e tumorali).

La curcuma può vantare una efficacia documentata nel trattamento di tutte queste patologie, che, forse non a caso, non sono così diffuse in Oriente. In India, ad esempio, dove la curcuma è utilizzata come ingrediente per molti cibi, l’incidenza dei quattro più diffusi tipi di tumore negli U.S.A. (colon, seno, prostata, polmone) è di dieci volte inferiore.

La curcumina, introdotta nell'organismo con la curcuma, agisce inibendo la produzione di citochine (molecole responsabili del processo infiammatorio considerato all’origine della formazione e della crescita dei tumori). A oggi nessun altro ingrediente alimentare vanta il potere anti-infiammatorio che viene riconosciuto alla curcuma fresca.  

In sintesi ecco i benefici che un uso regolare di questa spezia, anche ingrediente del curry, può apportare all'organismo umano:
- anti-ossidante (contrasta le lesioni procurate dai radicali liberi)
- anti-infiammatoria (artrite reumatoide e infiammazioni cardio-vascolari)
- anti-tumorale (colon e apparato digestivo)
- anti-degenerativa (Alzheimer)

Infine, la curcuma esercita anche un'azione positiva sul catabolismo dei grassi (effetto termogeno) e rivitalizzante (azione stimolante).


(*) Professor Bharat Aggarwal, ricercatore in cancerologia all’università del “MD Anderson Cancer Centre” in Texas.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 01:29:50 | 91.208.130.85