Cerca e trova immobili

ITALIA«Un oggetto a cui non rinuncerei mai? Dildo o Playstation»

09.07.24 - 14:33
Emma Marrone senza filtri durante un’intervista a GQ: abitudini, sogni, ma anche la cattiveria del body shaming e i commenti sui social.
Imago
Fonte Corriere della Sera
«Un oggetto a cui non rinuncerei mai? Dildo o Playstation»
Emma Marrone senza filtri durante un’intervista a GQ: abitudini, sogni, ma anche la cattiveria del body shaming e i commenti sui social.

MILANO -  «Un oggetto a cui non rinuncerei mai? Sono indecisa fra il dildo e la Playstation, poi te lo dico». Il dubbio di Emma Marrone, rivelato durante un'intervista video con il magazine GQ, ha fatto presto il giro sui social. E non poteva essere altrimenti.

Durante l'incontro Marrone è poi tornata a trattare i commenti (sempre più affilati) degli haters riguardo al suo aspetto fisico. «Soffro ancora davanti a certi commenti che leggo sui social, ma non per il motivo che alcuni potrebbero pensare». A dare fastidio all'ex allieva di "Amici" sono gli effetti negativi che il body shaming, rivolto a lei, potrebbe suscitare su chi legge quei commenti. «Tutti quei ragazzi e a quelle ragazze che magari stanno soffrendo per il proprio corpo, e che davanti a tutto questo odio gratuito rischiano di abbattersi, di ammalarsi. Conosco troppe persone che sono finite male ed è per loro, per le loro famiglie, che non smetterò mai di rispondere a questi odiatori seriali».

La medicina? Reagire. «A me puoi dire tutto, che sono brutta, che sono grassa, che ho la pancia, che ho le gambe grosse, non me ne frega niente - ha detto senza tanti giri di parole la cantante -. Io mi vedo davanti allo specchio, so chi sono, conosco il mio vissuto e sì, mi piaccio. Sono una donna di 40 anni che ha sconfitto tre tumori e questo è il corpo che le mie battaglie mi hanno lasciato, magari non sarà perfetto, ma è bello proprio perché è reale. Mi dicano pure quello che vogliono, non mi fa né caldo né freddo, ma la mia gente no, i miei fan non me li devono toccare, non si devono permettere di ferirli con i loro commenti idioti».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE