Cerca e trova immobili

SVIZZERALe sale si svuotano

07.06.24 - 14:05
Il 2024 sta registrano una diminuzione degli spettatori nei cinema svizzeri rispetto all'anno precedente.
Deposit
Fonte ATS ANS
Le sale si svuotano
Il 2024 sta registrano una diminuzione degli spettatori nei cinema svizzeri rispetto all'anno precedente.

NEUCHÂTEL - Le sale cinematografiche elvetiche attirano meno spettatori quest'anno che nel 2023, stando alle cifre pubblicate oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST). Anche i blockbuster, che solitamente fungono da traino, fanno meno bene.

Lo scorso anno, gli effetti della pandemia sembravano allontanarsi e il settore del cinema osservava con sollievo il ritorno di più spettatori. In Svizzera la soglia dei dieci milioni di presenze era stata superata per la prima volta dal 2019.

Ma l'euforia sembra diminuire, se si considerano i film di tutti i Paesi d'origine, la differenza maggiore si constata nel mese di aprile (settimana 15: dall'8 al 14 aprile): mentre nel 2023 erano state registrate 340'517 presenze, quest'anno il numero è sceso a 162'893.

La frequentazione più bassa del primo semestre 2024 è stata raggiunta a maggio (settimana 20: dal 13 al 19 maggio) con 124'404 spettatori.

Crisi multifattore
«La crisi attraversa dai cinema è multifattore. Trovare un colpevole non è semplice», ha dichiarato Edna Epelbaum, che gestisce diverse strutture e che presiede l'Associazione dei cinema svizzeri, all'edizione romanda del Blick.

Anche i blockbuster americani come "Furiosa", film dell'universo Mad Max, non hanno attirato le folle. Una tendenza che però non si limita alla Svizzera: la vendita di biglietti è calata di quasi un quarto in America del Nord.

Solitamente, il weekend del Memorial Day - la festività in onore dei soldati caduti che ricorre l'ultimo lunedì di maggio - è un momento importante per i cinema, poiché segna l'inizio della stagione estiva. Tuttavia, se si esclude l'anno 2020, che corrispondeva all'apice della pandemia di Covid-19, il fine settimana del Memorial Day di quest'anno è stato il peggiore in termini di incassi degli ultimi tre decenni.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE