Cerca e trova immobili

SANREMO 2023«Prima le canzoni, il resto è tutto in secondo piano»

06.02.23 - 13:15
Cosa si è detto alla conferenza stampa di Sanremo, compresa la spinosissima questione Zelensky
Imago/ZumaWire
«Prima le canzoni, il resto è tutto in secondo piano»
Cosa si è detto alla conferenza stampa di Sanremo, compresa la spinosissima questione Zelensky

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

SANREMO - Sanremo 2023, sarà «il Festival della consapevolezza», è questa la definizione coniata ieri in via estemporanea dal direttore dell'Intrattenimento Prime Time di Rai 1 Stefano Coletta durante la tradizionale conferenza stampa di presentazione. Questo perché sono tante le canzoni «in cui vi è l'urgenza di dire, di non perdere più tempo e il desiderio di raccontarsi, con leggerezza ma anche profondità».

Impossibile non chinarsi subito su una delle questioni di cui si è discusso di più nel pre-festival, la partecipazione in diretta di Volodymyr Zelensky. Stando a quanto confermato dalla Rai non vi sarà più un intervento video ma bensì un messaggio, che verrà letto dallo stesso Amadeus. «Lo leggerò in ucraino, lingua che conosco perfettamente...» ha scherzato il conduttore e direttore artistico.

Anche Mosca ironizza sul messaggio del presidente ucraino: Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, ha dichiarato: «Beh non lo so, avrebbe anche potuto vincere questo concorso con un rap». Il testo è stato preferito a un videomessaggio su richiesta dell'ambasciatore ucraino. «Non ci saranno censure, è piuttosto difficile censurare un presidente», ha commentato Coletta.

Un'altra annata di successi?

L'intenzione, è chiaro e matematico, è quella di bissare il notevole successo dell'edizione 2022 i cui brani hanno marchiato in maniera abbastanza indelebile tutta l'annata musicale: «in questo senso Sanremo è tornato veramente un palcoscenico molto importante e centrale», conferma il co-conduttore Gianni Morandi.

«Per me tutto parte proprio dalle canzoni, tutto il resto viene in secondo piano», ha aggiunto Amadeus che ha poi svelato la scaletta delle prime serate.

Il programma delle prime due serate

A salire sul palco per l'esordio di martedì saranno (in ordine alfabetico) Anna Oxa, Ariete, Colla Zio, Coma Cose, Cugini di Campagna, Elodie, Gianluca Grignani, Gianmaria, Leo Gassmann, Mara Sattei, Marco Mengoni, Mr Rain, Olly e Ultimo.

Nella serata di mercoledì, invece, Articolo 31, Colapesce e Dimartino, Giorgia, Lazza, LDA, Levante, Madame, Modà, Paola e Chiara, Rosa Chemical, Sethu, Shari, Tananai, Will.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE