Immobili
Veicoli

LUGANOCarlo Sortino se ne va ai confini del mondo

16.05.22 - 15:00
Il re del trash movie si lancia in un "Reality on the Road”. Partirà dal Ticino per arrivare a Finisterre.
"Bonnie" e Carlo Sortino.
Carlo Sortino se ne va ai confini del mondo
Il re del trash movie si lancia in un "Reality on the Road”. Partirà dal Ticino per arrivare a Finisterre.
«Le restrizioni anti Covid mi hanno rubato due anni della mia vita. Li voglio recuperare con questa pazzia con la mia amica "Bonnie". Filmeremo tutto. E canterò all'ombra del faro».

LUGANO - Dopo quindici trash movie, Carlo Sortino si lancia nel "Reality on the Road”. La nuova produzione dell'istrionico 72enne di Lugano, già noto per i suoi fotoromanzi e per le esibizioni al pianobar, ruoterà attorno a un percorso che lo porterà ai confini del mondo. Più precisamente a Finisterre, in Galizia. 

Sortino, cosa sta per combinare?
«Starò via due settimane. Il 6 giugno partirò da Lugano. Con diverse tappe, tra cui Saint-Tropez dove farò alcune serate musicali live. Poi mi sposterò a Cap D'Adge, a Bayonne, a Gijon (già in territorio spagnolo) per poi arrivare a La Coruña». 

E che succede a La Coruña?
«Lì abita la mia amica Roberta "Bonnie" Bonesio. In realtà farà tutto il viaggio con me. A La Coruña ho in programma un paio di serate. E avrò il piacere di stare con la famiglia di "Bonnie". A 75 chilometri di distanza c'è Finisterre...» 

Il traguardo. Appunto. 
«Era uno dei miei sogni andare a vedere dove finiva il mondo. Mi sparo 2200 chilometri in macchina per farlo. L'idea è quella di mettermi accanto al famoso faro, tirare fuori la tastiera e poi suonare e cantare. Farò anche un salto a Santiago de Compostela in seguito». 

Tutto questo viaggio sarà filmato...
«Certo. Per due anni mi hanno bloccato in casa a causa delle restrizioni anti Covid. Mi sento come se mi avessero rubato due anni della mia vita. Li voglio recuperare con questa pazzia. Per una volta non dovrò reclutare attori perché li troverò lungo il tragitto. Gente presa dalla strada, casualmente. Sarà una bella avventura, piena di imprevisti. E la vorrò vivere come viene, senza programmare troppo».

Intanto il suo ultimo cortometraggio, "Rimorsi", è stato selezionato per le finali del Film Festival di Cefalù, in Sicilia...
«Sono orgoglioso. Anche perché l'ho realizzato in un periodo tormentato e con un budget ridotto a zero. Il 2022 è un buon anno. Pensate che sto anche partecipando come attore alla realizzazione del film italiano "Leggende metropolitane"».

Insomma, Sortino non vuole saperne di starsene con le mani in mano. 
«No. Assolutamente. Con le mani in mano non ci sto. Il 6 novembre compirò 73 anni. Ho in testa di fare una grande festa al Cineforum di Bellinzona. Ho già riservato la sala. Sarà qualcosa di davvero speciale».     
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE