Cerca e trova immobili

STATI UNITI Megan Thee Stallion: «Ero davvero spaventata, non mi avevano mai sparato prima»

26.04.22 - 06:00
La rapper ha raccontato i dettagli dell'episodio che l'hanno vista coinvolta nel luglio 2020
keystone-sda.ch / STF (CAROLINE BREHMAN)
Megan Thee Stallion: «Ero davvero spaventata, non mi avevano mai sparato prima»
La rapper ha raccontato i dettagli dell'episodio che l'hanno vista coinvolta nel luglio 2020

LOS ANGELES - Megan Thee Stallion ha parlato della sparatoria nella quale è rimasta coinvolta nel luglio 2020. Intervistata da Gayle King per Cbs Morning, la rapper ha raccontato l'episodio che ha visto protagonisti lei e il rapper Tory Lanez.

«Abbiamo discusso perché ero pronta e tutti gli altri non erano pronti per partire, ma sono cose normali tra amici. Ci preoccupiamo continuamente di cose stupide» ha spiegato la 27enne. Che non pensava che le cose avrebbero preso quella piega. «Ma... Non ho mai messo le mani su nessuno, non ho mai alzato troppo la voce troppo forte».

Tutto è avvenuto all'esterno dell'auto parcheggiata nel quale Megan si trovava. «Scendo dalla macchina ed è come se tutto accadesse così velocemente. E tutto ciò che sento è quest'uomo che urla, ha detto: "Balla, p...a-!" E ha iniziato a sparare. Io pensavo, 'Oh mio Dio.' Ha sparato un paio di volte».

Per l'artista sono stati momenti di puro terrore: «Non volevo nemmeno muovermi. Non volevo muovermi troppo velocemente», temendo che un colpo d'arma da fuoco avrebbe potuto ucciderla. Ero davvero spaventata, non mi avevano mai sparato prima». Lanez, arrestato poco dopo la sparatoria, è stato incriminato ma si è dichiarato non colpevole. Solo qualche settimana fa è stato nuovamente arrestato - e poi rilasciato su cauzione - per aver violato un ordine della corte che gl'impediva di contattare Megan e chiunque fosse coinvolto nel processo.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE