Immobili
Veicoli
IMAGO / Matteo Gribaudi
ITALIA
09.01.2022 - 15:450

Il coronavirus ha nuovamente infettato Piero Chiambretti

Il contagio «a pochi giorni dalla terza dose. Ma rimango un convinto sì vax

TORINO - Piero Chiambretti si sta trovando a fare di nuovo i conti con il coronavirus, dopo che nel corso della prima ondata fu costretto a stare per due settimane in ospedale «tra la vita e la morte».

«È come se fosse un virus più garbato» quello che l'ha infettato ora, ha dichiarato il conduttore televisivo italiano al Corriere della Sera. «Avevo sintomi precisi: mal di gola insistente, forte emicrania — dovrebbero chiamarlo Emicron non Omicron —. Quindi, nonostante un primo tampone negativo al mattino, ho voluto farne un altro la sera, diverso, che intercettasse questa variante, ed ero positivo. Mi sono bruciato con l’acqua calda e ora mi fa paura anche la fredda».

Il primo contagio mise a dura prova Chiambretti, sul piano fisico ma anche su quello psicologico - portandogli via la madre. Essere nuovamente positivi «non fa bene al morale e nemmeno al fisico. Ma grazie a quello che ci siamo iniettati la vivo come una forte influenza. Penso però sia inevitabile per chi ha passato quello che ho passato io temere sempre il peggio. Tutto è successo a pochi giorni dalla terza dose. Ma rimango un convinto sì vax: come hanno spiegato quelli bravi e anche quelli meno bravi, il vaccino ti permettere di resistere a un attacco virale così forte che ti manda in ospedale. Mia madre sarebbe andata a piedi scalzi a farsi vaccinare e tutto sarebbe stato diverso».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 04:30:05 | 91.208.130.85