“Fast & Furious 9” è un affare di famiglia a 100 miglia all'ora

CANTONE“Fast & Furious 9” è un affare di famiglia a 100 miglia all'ora

18.08.21 - 06:30
L'ultimo film della saga di macchine ed esplosioni ritorna più cafone che mai (e con John Cena). Ma sarà all'altezza?
Universal
“Fast & Furious 9” è un affare di famiglia a 100 miglia all'ora
L'ultimo film della saga di macchine ed esplosioni ritorna più cafone che mai (e con John Cena). Ma sarà all'altezza?

LUGANO - Aveva appeso lo spinterogeno al chiodo Dom Toretto e si era ritirato in campagna ma, 10 minuti dall'inizio di “Fast & Furious 9”, è già lì che romba in una missione impossibile nello stile a cui la saga, negli ultimi tempi, ci ha abituato.

Partita come saga di corse, passando per l'action in fine al kolossal spionistico che ormai – soprattutto in queste ultime due iterazioni – strizza l'occhio quasi quasi al supereroistico viste le iperboliche azioni compiute dai suoi protagonisti.

Ma tornando a noi, questo “F9” ha avuto una lavorazione un po' travagliata (c'entra il Covid) e manca un po' di coesione sembrando un filo imbullonato assieme. Ma tranquilli, le scene di guida e azione ci sono sempre e sono più assurde che mai.

La storia? Questa volta per la ghenga dei buoni l'avversario sarà nientemeno che il fratello più giovane di Dom, Jakob (John Cena) che vuole sovvertire l'ordine mondiale con un temibile virus informatico di nome Aries.

Per affrontarlo, in quella che sarà una lotta all'ultima molecola di copertone, cosa c'è di meglio dell'aiuto della cattivona dello scorso film Cipher (Charlize Theron)?

E così il film, diretto da Justin Lin, si srotola per 2 ore e mezza (parecchio, in effetti) fra adrenalina, battute di circostanze e momenti che vorrebbero essere intimistici che lasciano un po' il tempo che trovano. Insomma, tutto in regola per un “Fast & Furious”, anche perché cambiare al nono episodio sarebbe stato un poco azzardato.

Unica cosa che c'è andata un po' di traverso è la scelta di Cena come fratello di Diesel, per quanto possa piacere e possa essere bravo ci è sembrato un salto carpiato ancora più spericolato del solito.

NOTIZIE PIÙ LETTE