Keystone
STATI UNITI
25.10.2020 - 17:300
Aggiornamento : 26.10.2020 - 09:52

Scambio di cortesie su “Borat” fra Trump e Baron Cohen: «un viscido», la replica: «buffone razzista»

Il film, disponibile dal 23 ottobre su Amazon Prime Video sta facendo discutere, e non c'è da stupirsi

Il nuovo “Borat” di (e con) Sacha Baron-Cohen è uscito da poco ma di sicuro sta facendo parlare di sé. Dal titolo lunghissimo ("Borat - Seguito di film cinema: consegna di portentosa bustarella a regime americano per beneficio di fu gloriosa nazione di Kazakistan”) e dal tema decisamente caldo, le elezioni americane, è uscito su Amazon Prime Video questo 23 ottobre.

A pronunciarsi sulla pellicola, anche il presidente Donald Trump che ha definito l'attore «un viscido», durante una conferenza stampa: «Non so esattamente cosa sia successo, ma anni fa, è venuto e ha provato a truffarmi. Sono l'unico che gli ha detto: "Assolutamente no"», ha confermato ai giornalisti, «è un falso e non lo trovo affatto divertente».

Non si è fatta attendere la risposta del diretto interessato: «Grazie Donald per la pubblicità gratuita per Borat! Ammetto che nemmeno io ti trovo divertente, eppure tutto il mondo ride di te... Sono sempre alla ricerca di buffoni razzisti, se dopo il 20 gennaio avrai bisogno di lavoro, parliamone!».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-24 11:16:17 | 91.208.130.85